Soddisfazione al ritorno

Scuola e covid, docente di Firenze: «Era urgente tornare a far lezione in classe»

di Redazione - - Cronaca

ANSA/LUCA ZENNARO

FIRENZE – Il ritorno a fare lezione in classe accolto come una liberazione. «Sono molto contenta, vedere gli studenti in carne e ossa è veramente un’emozione. Oggi è uno di quei giorni in cui ti ricordi quanto sia bello fare questo lavoro, ma fino a oggi non mi è sembrato di fare la docente». Così Lisa Bartolomei, insegnante del liceo Calstenuovo di Firenze all’uscita di scuola nel primo giorno di rientro in classe delle superiori in Toscana.

«Io spero che si continui a fare lezione in presenza – ha aggiunto la professoressa Bartolomei – personalmente sostengo l’urgenza di fare lezione in classe. Condivido pienamente le ragioni sanitarie, ma con regole precise e una certa programmazione è opportuno che la scuola riprenda, altrimenti non siamo a scuola». Il collega Francesco Giorgi ha parlato di studenti felici di rivedere i compagni, anche se alcuni di loro hanno manifestato «qualche preoccupazione perché questa mattina avevano visto degli autobus abbastanza pieni». Felici di ritrovarsi anche gli studenti del liceo classico Michelangiolo: «E’ bello tornare in classe – dicono alcune studentesse  uscendo dallo storico liceo di Firenze – ma c’è molta incertezza sulle prossime settimane».

Tag:, ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: