Le dure parole dell'ex Governatore su facebook

Crisi governo: Rossi attacca Renzi a testa bassa, è un gioco d’azzardo

di Paolo Padoin - - Cronaca, Politica

Enrico Rossi

FIRENZE – «Oggi tutti i giornali parlano apertamente di crisi. A quanto pare, dopo l’approvazione, stasera, del Recovery plan, alla riunione del governo, le ministre di Italia viva daranno le dimissioni innescando la crisi. L’obiettivo di Renzi è Conte di cui vuole le dimissioni prima dell’eventuale rimpasto. Ma Conte non si fida e teme che Renzi non dia la disponibilità ad un suo nuovo incarico come presidente. La verità è che Renzi dopo le dimissioni di Conte vuole fino in fondo sfruttare il suo potere di interdizione o, se volete, di ricatto, per ottenere sempre qualcosa dipiù fino a sostituire Conte stesso con un altro premier. È un gioco d’azzardo a cui Pd e M5stelle non possono e non vogliono soggiacere. Insomma siamo molto, molto vicini a ciò che si voleva evitare: la crisi al buio nel bel mezzo della pandemia».

Lo scrive su Facebook Enrico Rossi, ex presidente della Toscana e attuale commissario del Pd in Umbria. «Renzi si assume veramente una responsabilità enorme – aggiunge Rossi – A quel punto sarebbe giusto che lo facesse in Parlamento davanti a tutti gli italiani. Non si possono escludere neppure le elezioni, come chiede la destra di Salvini e di Meloni. È questo che vuole Renzi? Oppure vorrebbe un governo di larghe intese, sempre insieme alla destra, che viene giustamente escluso dal Pd? È questa convergenza di fatto che Renzi ha con quelli che sono gli avversari politici del centrosinistra che dovrebbe far riflettere e spingere il leader di Italia viva ad usare il buon senso e più miti comportamenti. A meno che – conclude – questa convergenza di fatto non sia proprio quella che Renzi va cercando».

Tag:, ,

Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
Mail
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: