Quirinale: Conte avanti: Ma anche il Centrodestra sale al Colle (per farlo cadere)

ANSA/ANGELO CARCONI

ROMA – Governo avanti, ma bisogna rafforzare, o puntellare, la maggioranza. Questo l’input del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, al premier Giuseppe Conte. Il giorno dopo aver incassato la fiducia anche dal Senato, Conte ha riunito le forze di governo a Palazzo Chigi per fare il punto e, alla fine del vertice, si spiega in una nota unitaria che è emersa la volontà di andare avanti con il rafforzamento della maggioranza. C’è da capire come si possa parlare di rafforzamento andando a raccogliere sostegni raccogliticci. «Avanti con il percorso di rafforzamento della maggioranza e di scrittura del nuovo patto di legislatura», avrebbero concordato i capi delegazione e i leader dei partiti di governo, nel vertice in videoconferenza con il premier Giuseppe Conte che è andato al Quirinale.  Sarebbe stato un incontro interlocutorio, durato circa 50 minuti. «Accelerare in quella parte di attività di governo che è stata rallentata dagli steccati, spesso pretestuosi, alzati dalle ministre di IV per dare risposte ancor più efficaci al Paese». Insomma, ora si sostiene che il freno sarebbe stato Renzi. Senza lui il governo vola? Ma Renzi si accontenterà di essere stato messo all’angolo, nella certezza che comunque non voterà contro Conte quando chiederà la fiducia?

CENTRODESTRA – Intanto anche il centrodestra si è riunito e ha annunciato l’intenzione di appellarsi al Colle. «Il Paese non può restare ostaggio di un governo incapace, arrogante e raccogliticcio. Si tratta di una minoranza di governo che continua la sfacciata e scandalosa compravendita di parlamentari e che non si fa scrupoli a imbarcare chi, eletto col centrodestra, ha tradito l’impegno preso con gli elettori. Il centrodestra intende rappresentare al Presidente della Repubblica il proprio punto di vista sulla situazione che è ormai insostenibile, si legge in una nota congiunta del centrodestra al termine del vertice. Nella quale si aggiunge: «Nonostante le forzature del governo e le continue scorrettezze, nonostante una pretesa autosufficienza che non esiste, il centrodestra non intende privare le famiglie e le aziende italiane degli aiuti necessari in un momento così drammatico: per questa ragione, come annunciato, voterà compatto lo scostamento di bilancio».

 

centrodestra, Giuseppe Conte, matteo renzi, Presidente Mattarella, Quirinale


Sandro Bennucci

Direttore del Firenze Post
Scrivi al Direttore

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080