Fiorentina a Torino (venerdì, 20,45, Sky) con grinta. Ed è sfida Vlahovic-Belotti. Formazioni

Vlahovic sfida Belotti
(Foto Violachannel)

FIRENZE – Fiorentina: su la testa. Nuovo scontro salvezza a Torino. Da affrontare con fiducia a tanta attenzione. Il problema è l’attacco granata che ha ripreso a segnare: il tandem Belotti-Zaza, dopo la rimonta di Beneveno, ha ripreso fiducia. La difesa viola, umiliata due settimane fa a Napoli, dovrà bloccare il Toro, rinfrancato e scatenato da Nicola. Tecnicamente ai viola non dovrebbe mancare nulla, ma sarà determinante l’approccio alla partita, la convinzione della squadra, che ancora non potrà contare sui due nuovi, ossia Kokorin e Malcuit. Entrambi non pronti e non convocati da Prandelli per la trasferta in Piemonte. Scenderà in campo la solita Fiorentina, con un Ribery in ripresa e un Vlahovic voglioso di continuare a segnare, ma anche di cancellare quei due o tre errori sotto la porta del Crotone che hanno impedito a lui di fare un buon bottino e alla Fiorentina di evitare la sofferenza fino all’ultimo spicciolo del recupero. Trasferta complicata, ripeto, ma se la Fiorentina non riuscisse a far punti a Torino, la situazione tornerebbe pesante. Anche perchè fra una settimana, ossia venerdì 5 febbraio, al Franchi scenderà l’Inter, galvanizzata dalla lotta contro il Mlan, battuto nei quarti di Coppa Italia. Perdere altri punti per strada sarebbe devastante, soprattutto contro una formazione com quella di Nicola, che sembra aver trovato la strada giusta per ripartire.

PRANDELLI – «Con il Torino sarà una partita molto delicata, uno scontro diretto importante per la salvezza, mancano ancora tantissime partite alla fine, noi dobbiamo mantenere sempre la stessa mentalità vista con il Crotone». Cesare Prandelli ha presentato così la trasferta con i granata che segna l’inizio del girone di ritorno. «Troveremo un Torino completamente diverso, con un nuovo allenatore, reduce dalla rimonta su un campo come quello di Benevento – ha proseguito il tecnico della Fiorentina – Noi non siamo ancora lontano dalla zona caldissima della classifica, per questo bisogna continuare a fare buone prestazioni e una volta raggiunta la meta potremo giocare con più sicurezza». Sui nuovi acquisti, Sasha Kokorin e Kevin Malcuit (quest’ultimo ufficializzato oggi dal club viola) Prandelli si è detto soddisfatto: «Appena saranno pronti ci potranno aiutare molto, hanno qualità e personalità, sono due operazioni frutto di programmazione e intelligenti in un mercato non semplice come questo». La sua panchina può essere a rischio? Prandelli parla a cuore aperto: «Darò sempre la mia disponibilità a 360° e non sarò mai un problema per la Fiorentina».

NICOLA – L’allenatore del Torino, Davide Nicola, carica i suoi citando Kobe Bryant: «A Benevento è stata la partenza di una lunga corsa verso ciò che vogliamo: dobbiamo tirarci fuori da una classifica che non ci piace e lavorare sull’essere una cosa unica. Ho preso d’esempio Kobe Bryant – aggiunge l’allenatore – dicendo ai miei ragazzi che se non crediamo in noi, nessuno lo farà per noi: serve creare una famiglia». Mancherà Armando Izzo, che su Instagram ha scritto: «Venerdì purtroppo non ci sarò per la botta alla testa nella partita scorsa, sto soffrendo molto ma sono vicino a voi. Da qui alla fine ogni partita sarà una finale! Sempre forza Toro».

Probabili formazioni

TORINO (3-5-2): Sirigu; Bremer, Lyanco, Rodriguez; Singo, Lukic, Rincon, Linetty, Ansaldi; Zaza, Belotti. Allenatore: Davide Nicola

FIORENTINA (3-5-2): Dragowski; Milenkovic, Ger. Pezzella, Igor; Caceres, Bonaventura, Amrabat, Castrovilli, Biraghi; Vlahovic, Ribery. Allenatore: Cesare Prandelli

Arbitro: Di Bello  di Brindisi

Belotti, Fiorentina, kokorin, Malcuit, Nicola, Prandelli, torino, Zaza


Sandro Bennucci

Direttore del Firenze Post
Scrivi al Direttore

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080