Week end 30-31 gennaio a Firenze e dintorni: gli spettacoli in streaming

Il tributo ai Beatles degli Street Clerks dal Piazzale Michelangelo (sabato ore 12, senza pubblico)

Hanno riaperto alcuni musei, ma non nel fine settimana (come se non fosse possibile organizzare ingressi contingentati di sabato e di domenica); così uno dei migliori passatempi culturali è ancora precluso. Non parliamo poi di cinema e teatri, dove pure, nei mesi di apertura del 2020, non si è contagiato nessuno, ma resta tutto chiuso. Spettacoli dunque ancora senza pubblico, da vedere a distanza, anche quelli all’aperto.

Sabato 30 gennaio alle 12, gli Street Clerks – fra le altre cose resident band per anni del late night show di Alessandro Cattelan “E poi c’è Cattelan” in onda su SkyUno – con un loro personalissimo tributo da una delle terrazze simbolo della città di Firenze, quella del Piazzale Michelangelo omaggiano i Beatles, che il 30 gennaio del 1969 e a Londra, sul tetto di un palazzo di Savile Road, poco distante da Piccadilly Circus, tennero il loro ultimo concerto dal vivo, un’esibizione che in pochi minuti raccolse per le strade un numero incredibile di spettatori, poi fatti sgomberare in fretta e furia dalla polizia. Un live che finì su tutte le cronache e divenne uno dei simboli della voglia di libertà che in quegli anni animava un’intera  generazione. Ideatore dell’iniziativa – in occasione dell’Inverno Fiorentino promosso dal Comune di Firenze –  è il Combo Social Club, uno degli spazi per la musica dal vivo più importanti nel capoluogo fiorentino («Distanza, solitudine e paura fino ad un anno fa rappresentavano drammi privati, ora invece riguardano l’intera collettività –  spiega Luciano D’Agostini, uno dei soci del club -; con questo evento vogliamo ricordare quel tempo in cui la comunità e l’aggregazione giovanile erano veicoli di progresso e sviluppo, non il loro contrario. La voglia e il desiderio di libertà rappresentano la base per ogni forma d’arte, sono esse che danno vita al genio creativo. Tutti sappiamo che la musica in streaming non sarà mai e poi mai una credibile sostituta dell’esperienza dal vivo, ma questa ricorrenza può rappresentare un’occasione per rimettere al centro del dibattito politico la riapertura al pubblico dei luoghi deputati alla spettacolo. Ovviamente in sicurezza e con tutte le precauzioni del caso”). Il concerto sarà trasmesso sulle pagine facebook di Combo Firenze e degli Street Clerks, sul profilo youtube della band e su altri canali che hanno aderito all’iniziativa.

Il sabato pomeriggio gli Amici della Musica di Firenze mandano in streaming gratuito su YouTube i più bei concerti tratti dall’archivio sonoro dell’Associazione. Protagonista di questa settimana sarà Rosalyn Tureck (1913-2003). Nello stesso orario dei concerti del sabato pomeriggio al Teatro della Pergola, sabato 30 alle 16.15 si ascolta il recital che la pianista americana, all’epoca ottantacinquenne, tenne al Teatro della Pergola il 20 febbraio del 1999, sua ultima esibizione per le stagioni degli Amici della Musica. Il programma è interamente dedicato all’esecuzione di un suo cavallo di battaglia, le Variazioni Goldberg BWV 988 di Bach. Il concerto sarà reso disponibile nella formula di un vero e proprio evento online: sarà possibile ascoltarlo nel giorno e nell’orario stabilito, ma non successivamente. Come ogni settimana, nuovi contenuti a tema arricchiranno il sito degli Amici della Musica. Si spazia dalla rassegna stampa del concerto della Tureck alla pubblicazione di un suo testo, del 1985, dedicato proprio alle Variazioni GoldbergA completare il tutto, un altro contenuto legato al mondo della tastiera: l’accordatore Claudio Bussotti, nella rubrica “Dietro le Quinte”, racconta di uno dei suoi incontri con Arturo Benedetti Michelangeli.

Slitta invece da sabato 30 gennaio a lunedì 1 febbraio alle 20 il concerto in streaming gratuito dell’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino diretta da Lahav Shani. In programma: l’Ouverture di Oberon di Carl Maria von Weber, il concerto in si bemolle maggiore K. 595 per pianoforte e orchestra di Wolfgang Amadeus Mozart e la Sinfonia n. 1 in si bemolle maggiore op. 38, La primavera, di Robert Schumann. È la prima volta che il Maestro Shani dirige l’Orchestra del Maggio e siederà anche al pianoforte per eseguire il concerto mozartiano in programma. Il concerto resterà disponibile sulla pagina del Maggio (dove c’è già, per altre due settimane, la «Linda di Chamounix» di Donizetti) per 30 giorni.

Tornano i concerti a cura dell’Associazione A.Gi.Mus. Firenze con una stagione che, nel rispetto delle normative anti-covid, per il momento si svolgerà interamente online. Domenica 31 alle 11, in streaming sul canale YouTube di A.Gi.Mus. Firenze, si esibiranno in concerto Luca Provenzani al violoncello e Amerigo Bernardi al contrabbasso, rispettivamente primo violoncello e primo contrabbasso dell’ ORT – Orchestra della Toscana. Il programma prevede la Sonata per violoncello e contrabbasso in sol maggiore di G.B. Sammartini, il Duetto per violoncello e contrabbasso di G. Rossini e poi un piccolo e originale bis, l’arrangiamento di Caruso di Lucio Dalla realizzato per il duo dal violinista e pianista Alessio Benvenuti. Il bis del concerto è già disponibile sul canale YouTube di A.Gi.Mus. Firenze. Fin che la stagione sarà in modalità online, i concerti prevederanno il “Bis alla rovescia”: ogni settimana, il bis sarà proposto non alla fine, ma qualche giorno prima del concerto, così da regalare al pubblico una piccola anticipazione. Il sodalizio musicale tra Bernardi e Provenzani, quasi trentennale, li ha portati ad esibirsi in tutta Italia per numerose associazioni concertistiche. I concerti si tengono all’Auditorium Ottone Rosai e sono realizzati in collaborazione con il Quartiere 5 del Comune di Firenze. Con un paio di appuntamenti al mese, A.Gi.Mus. proseguirà l’attività in questa formula fino a quando non sarà possibile riprendere i concerti in presenza.

Debutta domenica 31 alle 16.45 su Youtube, dopo essere stata trasmessa in Tv , la commedia scritta e diretta da Marco Predieri «Cuori matti», nella sua prima edizione del 2014:commedia in un atto scritta e diretta da Marco Predieri. Cast: Silvana – Patrizia Ficini; Enzo – Marcello Sbigoli; Chiara – Eleonora Cappelletti; Luca – Marco Predieri. Scene: Franco Predieri, costumi e direzione di palco: Eliana Calò. Streaming gratuito. Sempre domenica 31 alle 21.30 su Clivo TV, per la rassegna «Stasera a teatro» del Teatro di Cestello, va in onda la commedia «Signorine in Trans»; introduce Marco Predieri.

Il Teatro dell’Antella mette a disposizione a 3 euro su una pagina apposita del sito, Teatro On Air, il repertorio delle ultime produzioni di Archètipo, tra cui: “Lì, ma dove, come” di Julio Cortazar con Giovanni Crippa, “L’amore delle tre melarance” di Carlo Gozzi a cura di Riccardo Massai, le letture di Maria Paiato, ma anche “Alla ricerca del tempo perduto” di Proust, il “De rerum natura” di Lucrezio per il ciclo “I capolavori” e tante altre.

Nasce la Pippolo Music School, la prima scuola di musica popolare contemporanea online, idea dell’Associazione La Scena Muta. La volontà è quella di creare un laboratorio musicale digitale, dove allievi di tutte le età e senza alcun vincolo geografico possono imparare a suonare uno strumento, online, on demand, comodamente dal divano di casa propria e in tutta sicurezza. Una “scuola liquida” capace di raggiungere allievi in tutto il mondo, nata anche con l’intento di creare un vivaio di musicisti per La Nuova Pippolese, l’orchestrina a plettro che, rifacendosi all’antica esperienza della Pippolese di Serpiolle nata negli anni ‘20 e terminata con l’alluvione del ‘66, riporta alla vita i canti della tradizione fiorentina del Novecento. Sabato 30 alle 17 in diretta streaming sulla pagina facebook della scuola e de La Scena Muta si terrà un primo evento pubblico di presentazione del progetto. Una “merenda musicale”, presentata dal cantautore Lorenzo Ugolini e dal dj producer  Ghiaccioli e Branzini (anch’essi insegnanti della scuola),  durante la quale sarà possibile conoscere meglio gli insegnanti, raccontare le loro storie e scoprire un po’ più da vicino la loro innovativa proposta didattica. Tra i corsi già disponibili: chitarra e mandolino, digital audio, pianoforte e tastiere, basso elettrico, flauto, viola da gamba, contrabbasso, canto, percussioni, tromba, violino, batteria ukulele e songwriting. Tra gli insegnanti – oltre ai già citati Lorenzo Ugolini e Ghiaccioli e Branzini – Francesco Cusumano, Andrea Cuccaro, Johanna Lopez, Cosimo Ravenni, Valerio Fanciano, Erika Boschi, Marzouk Mejiri, Charles Ferris, Rachele Odescalchi, Luca Ragazzo e Francesca Colli. Per maggiori informazioni: www.pippolomusicschool.it

Su https://www.iorestoinsala.it/ si possono vedere i film dell’Istituto Stensen e dello Spazio Alfieri. La domenica, con  orario a scelta dello spettatore, lo Stensen offre a 3 euro una serie di cortometraggi per bambini ispirati alle favole di Gianni Rodari.

Su Più Compagnia, la sala virtuale del cinema La Compagnia di Firenze, in occasione del Giornodella Memoria 2021 rassegna (in collaborazione con la Regione Toscana) di 9 titoli corrispondenti ad altrettanti percorsi per raccontare uno dei momenti più bui della storia. Tutti in streaming gratuito e introdotti dallo Studioso di storia del Cinema Flavio Tuliozi. I contenuti rimarranno online dal 25 gennaio al 3 febbraio.

Le Avventure di Pesce Gaetano – di e con Vania Pucci, ispirato al libro per l’infanzia il Pesciolino Nero di Samad Behrangi. Disegni di Sabbia di Giulia Rubenni, animazioni digitali Ines Cattabriga, tecnico audio e luci Saverio Bertoli; età consigliata dai 3 anni. Lo spettacolo sarà visibile da domenica 31 alle 17 attraverso i link sul sito www.teatrocastelfiorentino.it e il link su FB e bio Instagram.

Un piccolo grande viaggio musicale filmato, per chiudere la stagione. L’ultima produzione a firma Valdarno Jazz e MACMA, “A chi parla la musica?”, sarà online sabato 30 dalle 17, sul sito sul sito lefornaci.org: l’evento chiude la stagione Extra dell’Auditorium Le Fornaci. I percorsi artistici delle due realtà coinvolte si fondono nell’esperienza audiovisiva grazie alla collaborazione di Tommaso Orbi e Daniele Malvisi e con il coinvolgimento di alcuni musicisti: Gianmarco Scaglia al contrabbasso, Andrea Cincinelli alla chitarra, Paolo Corsi alla batteria.

Sabato 30 dalle 21.30 (per 24 Ore) sul Canale You Tube del teatro delle sfide e domenica 31 dalle 21.30 (per 24 Ore) Sul Canale you Tube del Teatro Verdi di Casciana Terme, spettacolo di Guascone Teatro: «Balla» di Andrea Kaemmerle, con Andrea Kaemmerle e Roberto Cecchetti (Violino). Dal racconto di Cechov «Il violino di Rotschild», che parla di amicizia, affetti, tempo che passa, in modo sagace e commovente. Con il violino puro di Cecchetti e l´ironia di Kaemmerle, la coppia scenica che ha segnato la storia di Guascone Teatro. Visione gratuita.

Fino al 7 febbraio 2021 Palazzo Strozzi presenta We Rise by Lifting Others dell’artista Marinella Senatore, invitata a proporre una nuova riflessione sull’idea di comunità, vicinanza e relazione in un’epoca in cui il concetto di distanziamento sociale sta condizionando la vita quotidiana di tutte le persone. Curato da Arturo Galansino, direttore generale della Fondazione Palazzo Strozzi, il progetto è costituito da una grande installazione per il cortile, ispirata alle luminarie della tradizione popolare dell’Italia meridionale, con frasi che si ispirano a riflessioni sui concetti di emancipazione, inclusione e partecipazione e un programma di workshop partecipativi, incentrati sull’idea di attivazione sociale e di costruzione di comunità attraverso la pratica performativa. Durante gli incontri i partecipanti collaboreranno alla produzione di una riflessione collettiva che, partendo dall’installazione del cortile e dai contenuti delle frasi, prenderà le forme di un lavoro di carattere dialogico, performativo e visivo.

È visitabile nella Galleria Poggiali di Firenze la mostra Rhizome, prorogata fino a sabato 6 marzo. La Galleria Poggiali propone una selezione di opere degli artisti della galleria che, sulla scia del concetto elaborato dai filosofi francesi Deleuze e Guattari di Rhizome, si interconnettono attraverso una relazione di carattere orizzontale priva della necessità di un centro, nella quale ogni elemento è funzionale al processo, priva di determinazioni gerarchiche proprie di un sistema verticale ad albero. Si tratta di un percorso che si snoda nello spazio della Galleria Poggiali in via della Scala 35 Ar, a Firenze, attraverso le opere di 13 autori che torna visitabile da giovedì 7 gennaio 2021 tutti i giorni dalle 10 alle 13, dalle 15 alle 19 e la domenica su appuntamento; inoltre la mostra è sempre visibile attraverso il tour virtuale (24 ore su 24, sia in italiano, sia in inglese) collegandosi al sito web della Galleria Poggiali, www.galleriapoggiali.com/it/virtual-exhibition. L’accesso è consentito col pieno rispetto delle norme che regolano questo periodo di emergenza sanitaria.

A.Gi.Mus. Firenze, Amici della Musica di Firenze, Andrea Kaemmerle, Auditorium Le Fornaci di Terranuova Bracciolini, Cinema, Cinema La Compagnia, Inverno Fiorentino, maggio musicale fiorentino, Musica, streaming gratis, Teatro, Teatro Comunale di Antella, Teatro delle Sfide, Teatro Verdi di Casciana Terme, week end

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080