Continua la serie d'intollerabili minacce

Giornalisti, Fnsi e Ast: minacciano di far saltare la sede del Tirreno. Ora basta davvero!

FIRENZE – Il segretario della Fnsi, Raffaele Lorusso, il presidente Sandro Bennucci e tutti gli organismi dirigenti dell’Associazione Stampa Toscana dicono in coro: ora basta davvero! E si riferiscono all’ennesimo episodio di minacce ed intimidazioni ai danni dei colleghi del Tirreno. Questa volta è toccato alla redazione di Pistoia del quotidiano alla quale, via web, è giunto il messaggio inquietante: «Ci vorrebbe un bell’attentato alla sede del Tirreno, con tanto di morti e feriti». Tutto questo mentre a Livorno un altro giornalista del giornale diretto da Stefano Tamburini veniva aggredito verbalmente e minacciato perché lamentava la continua copiatura degli articoli de Il Tirreno su un sito, da parte di un esercente che aveva anche tentato di ostacolarne il lavoro di cronaca.

«Augurare o anche solo ipotizzare che nel 2021 si possa verificare un gesto come quello di un attentato ci riporta indietro di almeno cento anni, nella fase più buia dello squadrismo che metteva a ferro e fuoco le redazioni. E’ improponibile che ancora oggi si alimenti una campagna d’odio nei confronti di chi fa informazione professionale o che si tenti di ostacolarne il lavoro», dicono Lorusso e Bennucci esprimendo la piena ed incondizionata solidarietà ai giornalisti e al direttore de Il Tirreno. Aggiungendo: «La violenza verbale che suona come un invito a praticare quella fisica, i cui episodi anche recenti purtroppo non mancano, ci spinge a chiedere ancora una volta l’impegno delle Istituzioni e delle Forze dell’ordine perché vengano identificati, isolati e colpiti coloro i quali la diffondono».

Ast, Bennucci, Fnsi, Lorusso, Tirreno


Gilda Giusti

Redazione Firenze Post

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080