Cina: la banca centrale immette liquidità per 1,5 miliardi di dollari

ROMA – La Banca centrale cinese continua a sostenere l’economia, che non a caso prospera, a differenza di quelle occidentali, mentre l’Europa e l’Italia annaspano, sacrificando l’economia alla salute, grazie prima al governo Conte 2 e al ministro Speranza e poi allo stesso ministro con Draghi premier, .

La banca dunque ha immesso 10 miliardi di yuan (circa 1,5 miliardi di dollari) di pronti contro termine per mantenere una liquidità ragionevolmente ampia nel sistema bancario. Il tasso di interesse per i pronti contro termine a sette giorni è stato fissato al 2,2%, secondo una dichiarazione sul sito web della People’s Bank of China. Il pronto contro termine è un processo in cui la Banca centrale acquista titoli dalle banche commerciali attraverso un’offerta, con l’accordo di rivenderli in futuro. La Banca centrale cinese si è impegnata a rendere la sua prudente politica monetaria più mirata e flessibile per adattarsi meglio alle esigenze dello sviluppo e mettere più attenzione all’efficienza dei servizi finanziari per sostenere l’economia reale.

banca, centrale, cinese

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080