Mare Jonio: Salvini e Meloni interrogano ministro Lamorgese

La nave Mare Jonio al porto di Marsala, 10 aprile 2019.
ANSA

ROMA – Mare Jonio, Meloni e Salvini all’attacco della Ong per la vicenda dell’inchiesta iniziata dalla procura di Ragusa, che avrebbe posto in evidenza un salvataggio di migranti in cambio di soldi:

«Trasbordo di migranti in cambio di soldi? Accusa gravissima da parte della Procura di Ragusa in merito a un
recupero di immigrati illegali da parte della Mare Jonio. Fratelli d’Italia andrà in fondo a questa vicenda e chiede risposte urgenti da parte del Ministro dell’Interno Lamorgese. Come sempre, continueremo a batterci contro il business che ruota attorno al traffico di esseri umani verso la nostra Nazione, spesso mascherato dietro un velo di
falso umanitarismo». Lo scrive su Facebook il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni

«Ringrazio la procura di Ragusa, e’ giusto che si vada fino in fondo. Su questo tema chiedero’ un incontro urgente al Presidente del Consiglio e con il ministro dell’Interno. Nei primi due mesi di quest’anno ci sono stati 4.536 sbarchi, contro i 2.359 del 2020 e i 262 del 2019 con la Lega al governo». Lo dice il leader della Lega, Matteo Salvini, a
proposito dell’indagine sulla Mare Jonio, accusata di avere incassato soldi per far sbarcare immigrati in Italia.

Mare Jonio, migranti, soldi

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080