Fiorentina a Benevento (sabato, ore 18, Sky) con Ribery: per vincere e uscire dal tunnel. Formazioni

Ribery
(Fotro Violachannel)

FIRENZE – Per la Fiorentina, a Benevento (sabato, ore 18, diretta Sky) si prospetta un’altra battaglia. Dopo il 3-3 da coronarie forti contro il Parma, Prandelli ha cercato di ricaricare l’ambiente. Il buon don Cesare sostiene che la Fiorentina giocherà senza paura. Bene. Nell’ambiente la preoccupazione è forte perchè la squadra, oltre che senza gioco, pare senza testa. Ossia si fa cogliere impreparata anche in banali fasi della partita. E’ fondamentale bnon perdere a Benevento. Anzi, la Fiorentina deve provare a vincere, contando su due rientri molto importanti: Ribery e Castrovilli. La qualità cresce e abbiamo visto, proprio contro il Parma, quanto ce ne sia bisogno. Sarà disponibile anche Kouamè, forse buono a partita in corso.  E ci sarebbe anche Montiel, che vorrei vedere in campo, almeno per un po’, al fianco di Vlahovic. I due s’intendevano bene, qualche anno fa, in Primavera. E ho sempre negli occhi una vittoria che costruirono intandem, in Coppa Italia, contro il Monza. Ci pensi, il buon don Cesare

KOKORIN – Non fanno parte dell’elenco dei convocati Igo, Amrabat e nemmeno Kokorin. Nuovi problemi fisici. Ma che oos’ha se non ha quasi mai giocato? Durante il mercato di gennaio, Prandelli disse di volere giocatori pronti subito. Kokorin, con ingaggio altissimo, non è dato sapere quando sarà disponibile. Pradè, impauritissimo nel finale di partita con il Parma, che cosa risponde a questa banalissima domanda? Direte: non è il momento di fare processi perchè la squadra, ora, deve pensare a salvarsi. Bene. Ma obiezioni simili vennero fatte anche l’estate scorsa, alla ripresa del campionato dopo la sosta per pandemia. La Fiorentina ha il dovere di provare a vincere a Benevento e uscire dal tunnel pericoloso. Ma la società, allo stesso tempo, ha il dovere di cambiare marcia e programmare un futuro che è già dietro l’angolo. Servono certezze, a cominciare dall’allenatore. Sarri, sembra accertato, non verrà. E allora se ne cerchi un altro, dopo essersi lasciati sfuggire quello che io consideravo il tecnico ideale per una Fiorentina da ricostruire: Leonardo Semplici, che porterà in salvo il Cagliari.

PRANDELLI – «Non abbiamo paura né dobbiamo averla per questa partita, la pressione fa parte del nostro lavoro e va trasformata in un pensiero positivo». Lo ha detto Cesare Prandelli alla vigilia dello scontro diretto di Benevento. «Tutti i giocatori che porterò con me non hanno paura ma sono consapevoli della situazione, hanno lavorato bene e sono pronti – ha continuato il tecnico viola – Tutti hanno voglia di difendere e onorare questa maglia e lo faranno al 100% disputando una grande partita». Riguardo alle voci di un possibile esonero in caso di risultato negativo o anche di sue dimissioni Prandelli ha risposto: «Ora sono unicamente concentrato su questa gara, fare troppi pensieri mette ansia, vediamo cosa accadrà a fine partita».

Ecco l’elenco dei convocati:

Portieri: Dragowski, Rosati, Terracciano.
Difensori: Barreca, Biraghi, Caceres, Malcuit, Milenkovic, Martinez Quarta, Olivera, Pezzella, Venuti.
Centrocampisti: Bonaventura, Callejon, Castrovilli, Eysseric, Pulgar, Valero.
Attaccanti: Kouame, Montiel, Ribery, Vlahovic.

Probabili formazioni

BENEVENTO (4-3-2-1): Montipò; Improta, Tuia, Glik, Barba; Hetemaj, Schiattarella, Viola; Ionita, Caprari; Gaich. Allenatore: Pippo Inzaghi

FIORENTINA (3-5-2): Dragowski; Milenkovic, Pezzella, Martinez Quarta; Venuti, Bonaventura, Pulgar, Castrovilli, Biraghi; Vlahovic, Ribery. Allenatore: Cesare Prandelli

Arbitro: Giacomelli di Trieste

 

benevento, Castrovilli, Fiorentina, kokorin, Prandelli, Ribery


Sandro Bennucci

Direttore del Firenze Post
Scrivi al Direttore

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080