Covid: digiuno del consigliere leghista sotto Palazzo Vecchio per riaperture

FIRENZE – Andrea Asciuti, consigliere comunale fiorentino della Lega, ha cominciato, davanti a Palazzo Vecchio, un digiuno simbolico per chiedere di riaprire le varie attività commerciali, nel pieno rispetto delle attuali norme di sicurezza. Per il consigliere è un modo per sensibilizzare le istituzioni e l’opinione pubblica a lavorare velocemente per far riaprire le attività commerciali, nel pieno rispetto delle attuali norme di sicurezza, per non far finire presto tutti a pane e acqua.

Quella di Asciuti (che porta due cartelli, con scritto «Oggi digiuno io a pane e acqua, presto la crisi ci farà digiunare tutti» e «Protesto per voi e per tutti, riaprire in sicurezza si può e si deve». E’ una protesta silenziosa . ha dichiarato – perché sono convinto che non si sia fatto ancora tutto quel che si doveva fare per aiutare i commercianti, una categoria che è stata colpita duramente dalla pandemia e che è stata dimenticata. Dopo un anno si sono registrate tante chiusure, anche a Firenze. Occorre favorire le riaperture, in sicurezza, per far ripartire un settore importante per la città e che rischia seriamente di sparire».

Andrea Asciuti, digiuno, palazzo vecchio


Gilda Giusti

Redazione Firenze Post

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080