Dopo la tripletta al Benevento

Fiorentina-Milan (domenica, ore 18, Sky): Vlahovic sfida Ibra. E i rossoneri lo vogliono. Formazioni

Dusan Vlahovic, grande protagonista a Benevento con la tripletta. Ora contro il Milan: che lo vuole ad ogni costo
(Foto Sky sport)

FIRENZE – E’ diventato l’oggetto del desiderio del Milan, Vlahovic. Che lo vorrebbero per avere un ricambio affidabile per Ibrahimovic. E per farsi desiderare ancora di più, Vlahovic, dovrà segnare anche ai rossoneri (domenica, ore 18, diretta Sky), dopo la tripletta rifilata al Benevento. E’ cresciuto molto, Dusan, rispetto a 3-4 mesi fa. M’irritava quando arrivava davanti alla porta e incespicava o tirava fuori. E’ cresciuto naturalmente per merito suo, per l’impegno che ha messo in allenamento, ma anche grazie ai consigli di Prandelli. «Dusan va, Dusan insisti», ho sentito urlare più volte, durante le partite, al buon don Cesare. Ora Vlahovic sfida Ibra. E tocca alla Fiorentina tener botta, non cedere alle lusinghe e magari costruire intorno al suo centravanti (ma anche intorno a Castrovilli, a Dragowski e agli altri talenti) una squadra vera, capace non solo di vittorie sporadiche, sia pure contro Juve e Benevento in trasferta, ma anche di entrare in competizione nella parte sinistra della classifica, da dove si può spiccare il volo verso l’Europa. PrandellI ha preparato con cura la partita con il Milan, smentendo anche le voci di presunte liti con Amrabat e Biraghi.

PRANDELLI – Contro il Milan sarà molto dura. Pioli è amareggiato dall’eliminazione in Europa e vuole vincere a Firenze (città che peraltro gli è rimasta nel cuore) per continuare l’inseguimento all’Inter e conquistare il posto in Champions. Prandelli ha qualche dubbio: per esempio fra Eysseric e Castrovilli. Che io risolverei senza batter ciglio affidando la maglia a Gaetano, memore, per esempio, di come seppe cambiare la partita quando entrò nel secondo tempo contro lo Spezia. Intanto, in conferenza stampa, Prandelli ha esaltato Ibrahimovic: «Sulle qualità tecniche di Ibrahimovic parla la sua carriera. Penso che sia un esempio unico al mondo di giocatore che arriva e con la sua personalità e il suo carattere riesce a trascinare la squadra. E’ stato determinante e lo sarà ancora». Lo ha detto l’allenatore della Fiorentina, Cesare Prandelli, nel corso della conferenza stampa alla vigilia della sfida contro il Milan. Stanco? «Non mi e’ mai capitato nella mia vita professionale di essere coinvolto emotivamente come lo sono adesso, quindi e’ normale che aumentano le tensioni personali e devo essere bravo io a gestirle. Non mi sono tolto nessun sassolino, non c’era alcun tipo di retropensiero o polemica. Ho avuto un attimo di debolezza ed in quel momento ero stanco, ma stanco dal fatto che sono emotivamente coinvolto in questa squadra». Liti e incomprensioni con Amrabat e Biraghi, come riportato da qualche giornale? Replica di Prandelli: «Non è vero niente. I giocatori, soprattutto professionisti, devono rispettare le scelte dell’allenatore. Sono voci non vere che non fanno bene alla Fiorentina. Che si è allenata bene e cercherà l’impresa contro il Milan»

PIOLI – «Uscire dall’Europa e’ stato un dispiacere forte, ma siamo usciti consapevoli delle nostre qualita’ e del nostro modo di stare in campo. A certi livelli i dettagli sono decisivi e noi siamo stati meno attenti di come potevamo essere». A dirlo e’ Stefano Pioli, allenatore del Milan, intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della trasferta contro la Fiorentina. «A Firenze ho vissuto delle esperienze straordinarie, ma anche la tragedia di Davide che mi ha lasciato il segno. Per me non sarà mai una partita normale. Firenze e la Fiorentina sono molto di più, l’anno scorso ho ricevuto una bellissima accoglienza. Sara’ una partita complicata ma abbiamo le qualità per fare bene».

Probabili formazioni

FIORENTINA (3-5-1-1): Dragowski; Milenkovic, German Pezzella, Martinez Quarta; Caceres, Castrovilli, Pulgar, Bonaventura, Venuti; Ribery; Vlahovic. Allenatore: Prandelli

MILAN (4-2-3-1): G. Donnarumma; Dalot, Tomori, Kjaer, Hernandez; Tonali, Kessie; Saelemaekers, Calhanoglu, Krunic; Ibrahimovic. Allenatore: Pioli

ARBITRO: Guida di Torre Annunziata

Amrabat, Biraghi, Dusan Vlahovic, Fiorentina, Milan, Pioli, Prandelli


Sandro Bennucci

Direttore del Firenze Post
Scrivi al Direttore

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080