Il Cairo: udienza Zaki, legali chiedono sostituzione giudici

ANSA/MAX CAVALLARI

IL CAIRO – Terminata la nuova udienza al tribunale del Cairo sul rinnovo della custodia cautelare in carcere per Patrick Zaki. Lo ha riferito all’ANSA una sua legale, Hoda Nasrallah, aggiungendo che lo studente egiziano dell’università di Bologna è in un pessimo stato psicologico. I legali di Zaki hanno chiesto di sostituire giudici che decidono sulla sua custodia cautelare e domani o dopodomani si saprà se questa richiesta sarà accettata, ha detto all’ANSA la legale.

Riccardo Noury, portavoce di Amnesty International Italia ha affermato:  «È urgente – ha aggiunto – che ci sia il massimo della mobilitazione possibile sul piano diplomatico, che coinvolga soprattutto l’Italia. Va bene aspettare l’esito dell’udienza però qui siamo di fronte a una situazione su cui è necessario fare il massimo e farlo presto».

Una mobilitazione eccezionale in Italia, come sempre quando si tratta di questioni che interessano le sinistre, ma finora senza alcun effetto, i giudici egiziani vanno avanti per la loro strada.

giudici, il cairo, Zaki


Ezzelino da Montepulico


Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080