Fiorentina-Atalanta (domenica, 20,45, sky): Iachini vuole la gara perfetta. Commisso in arrivo. Formazioni

Vlahovic, cannoniere della Fiorentina con 13 gol, sfida Muriel e Zapata
(Foto Violachannel)

FIRENZE – Un modo per battere l’Atalanta (domenica, ore 20,45, diretta tv su Sky) la Fiorentina ce l’ha: ripetere la partita con il Milan, ancora nell’era Prandelli. E’ vero che la squadra di Gasperini è una corazzata, ma la Fiorentina, quando vuole, riesce a tener testa anche alle grandi. Ma ripeto: quando vuole, ossia se riesce a metterci testa e cuore. Cosa che, purtroppo, non avviene molto spesso. Ma contro l’Atalanta, oltre alla necessità di far punti per raggiungere la salvezza prima possibile, ci sarà un motivo in più per ben figurare: la presenza di Commisso. Il presidente torna per affrontare, e possibilmente risolvere, molti problemi. A cominciare dal rinnovo del contratto di Vlahovic. Ecco, io penso che un capitano d’industria come lui, non dovrebbe occuparsi di questioni pratiche. Commisso dovrebbe fare come Florentino Perez, presidente del Real Madrid, che pensa a comprare autostrade e a costruire il più grande polo infrastrutturale d’Europa. A rinnovarem, per esempio, il contrastto allo scalpitante Vinicius junior, gioiellino da Chanmpions, ci pensano manager plenipotenziari navigati ed esperti, ossia quelli che nella Fiorentina non ci sono. Con  tutto il rispetto per Barone e Pradè, manca un uomo di calcio tipo… Italo Allodi. Oppure provino a impegnare di più, e meglio, Antognoni. Pradè, finora, non ha saputo (o potuto?) dare alla Fiorentina quella veste, tecnica e non solo, che merita.

IACHINI – Per battere l’Atalanta servirà «la partita perfetta sotto l’aspetto dell’organizzazione, dell’occupare gli spazi nella maniera giusta, dell’attenzione e concentrazione per tutti e 95 minuti di gara». Beppe Iachini non si nasconde e chiede alla vigilia della sfida di campionato della Fiorentina contro l’Atalanta il massimo sforzo ai suoi calciatori, alla ricerca di nuovi punti salvezza e maggiori segnali positivi dopo il rientro sulla panchina viola. «Affrontiamo una squadra che ha il miglior attacco del campionato, sono cinque anni che lavorano insieme, cosa che gli ha portato certezze, hanno conoscenze, con l’ottimo lavoro di Gasperin e con una societa’ che ha inserito ogni anno elementi importanti -aggiunge-. Hanno qualità sia da chi parte che da chi entra. E’ la prima squadra in Italia per gol segnati ed assist fatti da giocatori che subentrano, e questa la dice lunga sulla qualita’ della loro rosa e l’attenzione e la disponibilita’ che mettono in tutte le partite. L’Atalanta e’ un avversario che riconosciamo molto forte, che nelle ultime otto partite ne ha vinte sette, ha il miglior attacco del campionato, da diversi anni e’ nelle zone alte della classifica del campionato di serie A. Va rispettata quindi, ma nello stesso tempo noi dobbiamo andare a fare la partita, guai a pensarla in maniera diversa e remissiva. Dovremmo affrontare la partita con personalita’, organizzazione ed atteggiamento giusto»

GASPERINI – Il tecnico viola in sede di presentazione ci ha tenuto a rendere merito soprattutto al collega che trovera’ domani sull’altra panchina, quel Gian Piero Gasperini da lui votato anche per l’edizione di quest’anno della Panchina d’oro. Per quanto fatto negli ultimi anni e per il lavoro che ha svolto ho votato cosi’ -ha confermato IACHINI-. Mi sono sentito di farlo per premiare sia l’allenatore ma anche tutto un lavoro di societa’ e di squadra e tutto l’ambiente che dimostrato grande condivisione nel progetto. Gian Piero ha avuto un inizio difficile nelle prime giornate del suo primo anno all’Atalanta ma la societa’ ha continuato a dargli fiducia e con il tempo il lavoro e’ arrivato ed ha portato i suoi risultati”. E se Gasperini sembra indirizzato ad un futuro ancora all’Atalanta, discorso diverso per IACHINI. “Non conta adesso Beppe, Pasquale o Caio-ha replicato IACHINI-. Conta il bene della Fiorentina. Sono concentrato su quello a cui tengo di piu’, il fatto che la Fiorentina ogni partita possa giocarsela al meglio per cercare di fare piu’ punti possibili per far contenti i tifosi, la societa’ ed il presidente».

COMMISSO – Rocco Commisso, come detto, è in arrivo. Iachini dice: «Il presidente e’ sempre importante che sia con noi, con la squadra, con i suoi giocatori, per tutto l’ambiente, per Firenze e per i tifosi, perchè dà fiducia, dà presenza. Bello che possa essere con noi. Personalmente sono contento di rivederlo anche se il rapporto di stima c’e’ sempre comunque stato, poi il calcio e’ legato ad una palla che va sul palo o va fuori o ad una partita che va meglio o va peggio. Mi ha sempre riconosciuto il lavoro che ho fatto perche’ ha vissuto da dentro le difficolta’ che ho avuto quando sono arrivato». Tornando alla sfida contro l’Atalanta, assenti per squalifica Ribery e Pulgar, quasi certamente out per infortunio Igor e Kokorin, Iachini potra’ contare su due elementi reduci dall’ultimo ritiro azzurro. «Qualche apprensione in più c’è stata per Biraghi, perchè Castrovilli era già stato contagiato in passato,  come diversi di  noi. Un pizzico più di attenzione l’abbiamo dovuta avere con Biraghi perchè non era stato colpito dal virus, e quindi si è cambiato in un altro spogliatoio, non ha partecipato alle riunioni e ne abbiamo dovute fare di individuali piu’ che collettive, di squadra e di reparti». Bene, vai Fiorentina. Vedi di dare una gioia ai tifosi relegati ancora in zona rossa.

Probabili formazioni

Fiorentina (3-5-1-1): Dragowski; Milenkovic, Pezzella, Martinez Quarta; Caceres, Bonaventura, Amrabat, Castrovilli, Biraghi; Eysseric; Vlahovic. All.: G. Iachini.

Atalanta (3-4-1-2): Gollini; Toloi, Romero, Djimsiti; Maehle, De Roon, Freuler, Gosens; Pasalic; Muriel, Zapata. All.: G. Gasperini.

Arbitro: Sacchi di Macerata

Atalanta, Fiorentina, Gasperini, Iachini, Muriel, Rocco Commisso, Vlahovic, Zapata


Sandro Bennucci

Direttore del Firenze Post
Scrivi al Direttore

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080