Iachini: «La squadra sta crescendo. Bravo Vlahovic». Commisso «Buona partita, potevamo vincere»

Beppe Iachini

FIRENZE – Finisce il silenzio stampa della Fiorentina, dopo il buon pareggio con la Juve. E Beppe Iachini, dopo aver annunciato un giorno di riposo alla squadra («Meritato», commenta lui), parla di un punto guadagnato: «Non parliamo di punto che offre tranquillità. Oggi contava di fare una prestazione importante. Ci tenevamo. Potevamo anche vincere. Il primo tempo è venuto molto bene. Volevamo ripartire con attenzione anche nella ripresa, purtroppo abbiamo preso il pareggio subito. Morata ha messo la palla all’incrocio dei pali». E ancora: «Era la terzxa partita della settimana, è mancata la gamba giusta. La difesa? Da quando sono tornato abbiamo ripreso il discorso interrotto e stiamo già migliorando. Siamo stati attenti e bravi nella linea difensiva. Vlahovic? Grandi doti. La sua esplosione aveva dei tempi. Ha fatto la prestazione come i suoi compagni. Come ha tirato il rigore? L’importante è che abbia fatto gol. Sono contento. Ripeto: potevamo vincere, ma va bene così e andiamo avanti».

COMMISSO – «Abbiamo fatto una buonissima partita, si poteva vincere ma l’1-1 va bene contro una squadra forte come la Juventus». Lo ha detto il presidente viola Rocco Commisso, commentando sui canali social il pari contro i bianconeri. «Voglio ringraziare specialmente Amrabat e Ribery che stanno praticando il Ramadan. Sono andati in campo senza bere e senza mangiare e hanno fatto una grandissima partita. Voglio anche dire che prendendogli quattro punti noi andiamo in Champions League e la Juve resta a casa… Scherzo ma sono contento che abbiamo fatto 4 punti contro di loro. I ragazzi hanno messo tanto cuore in campo. Voglio ringraziare anche i nostri tifosi che ci sono sempre vicini. Ho visto i fuochi d’artificio, quindi grazie a tutti quelli che tifano Fiorentina». Commisso ha anche annunciato il termine del silenzio stampa e del ritiro della squadra viola. «Andiamo avanti così, i ragazzi possono prendersi un giorno di vacanza».

PIRLO – «Abbiamo fatto un bruttissimo primo tempo, dovevamo affrontare la gara in un altro modo. Era una partita fondamentale per la corsa Champions, invece eravamo sempre in ritardo, poco aggressivi. Poi nel secondo tempo siamo andati un po’ meglio». Così Andrea Pirlo a fine partita, consapevole di aver perso nuovo terreno nella corsa Champions. Commentando il pareggio del Franchi, l’allenatore bianconero ha aggiunto: «La difesa a tre? Abbiamo cambiato dopo l’infortunio ieri di Danilo, abbiamo provato a mettere i tre dietro e avere gli esterni un po’ più alti tenendo due giocatori tra le linee come Ramsey e Dybala, non ha funzionato e alla fine abbiamo deciso di cambiare – ha proseguito – Morata ci ha dato il cambio di passo. Siamo riusciti a cambiare in corsa, ma non abbiamo affrontato la gara nel migliore dei modi».

Fiorentina, Iachini, Juventus, Morata, Pirlo, Vlahovic


Ernesto Giusti


Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080