Skip to main content

Firenze: l’Orchestra della Toscana (ORT) ancora in streaming, preparandosi all’imminente riapertura al pubblico

Il giovanissimo direttore d’orchestra Alessandro Bonato

FIRENZE – Giovedì 29 aprile 2021 alle 21 il quinto dei concerti dell’Orchestra della Toscana (ORT) fra Luce e Oscurità va in streaming gratuito dal Teatro Verdi, con una variazione nel programma: sul podio Alessandro Bonato sostituisce Andrea Battistoni, costretto per motivi di prevenzione Covid ad anticipare il suo viaggio in Giappone. Il testimone resta dunque al direttore d’orchestra più giovane d’Italia. Classe 1995, al suo debutto con l’ORT, è il direttore principale dell’Orchestra Filarmonica Marchigiana dallo scorso gennaio; in curriculum ha già la direzione di importanti orchestre.

In programma il Concerto per fagotto di Nino Rota, musiche di Sibelius e Mozart. Del compositore finlandese Jean Sibelius ascolteremo la Valse Triste, che riprende le musiche di scena scritte per il dramma del cognato Arvid Järnefelt, Kuolema (La morte). L’opera narra la vicenda di un ragazzo diciannovenne che veglia la madre morente, e si assopisce proprio quando la donna, in un dormiveglia, si immagina di essere a un ballo, e di incontrare uno sconosciuto che è la morte personificata. Ad accompagnare questa scena di delirio, c’è il Tempo di valse lente che l’autore ribattezzò poi Valse triste nella versione rivista e pubblicata del 1904. Il dramma non ebbe grande successo, ma «Valse triste», con l’intensità che racchiude in soli sei minuti, è diventato una pietra miliare del Novecento; a Bruno Bozzetto ha ispirato la sezione più commovente del suo geniale «Allegro non troppo». Segue Nino Rota, autore delle musiche di tutti i film di Federico Fellini dal 1952 al 1978; ma si ascolta un brano dal repertorio meno popolare (ma non peggiore, anzi); il Concerto per fagotto e orchestra (1977) è un brano di riferimento nella sperimentazione di questo strumento, qui interpretato dal primo fagotto dell’ORT, Paolo Carlini. La serata si chiude con uno dei modelli più importanti per i compositori dell’Ottocento, secolo che riecheggia nelle note dell’intero programma: la Sinfonia n.40 di Mozart (1788).

Da sabato 8 maggio i concerti tornano in presenza, gratis su prenotazione, naturalmente a capienza limitata.

Firenze, dal Teatro Verdi

Giovedì 29 aprile 2021 ore 21

Orchestra della Toscana Alessandro Bonato direttore – Paolo Carlini fagotto

Jean Sibelius, Valse triste

Nino Rota, Concerto per fagotto e orchestra

Wolfgang Amadeus Mozart, Sinfonia n.40 K.550

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741