Esplosione a Greve: autopsia sui corpi delle tre vittime. Omicidio colposo (per ora senza indagati)

FIRENZE – E’ stata disposta l’autopsia sui corpi delle tre vittime, una donna e due uomini (Giuseppina Napolitano, 59 anni, l’attuale compagno, Fabio Gandi, anch’egli 59enne e Giancarlo Bernardini, ex marito di Giuseppina, 64 anni), rimaste sotto le macerie della casa distrutta dallesplosione a Borgo di Dudda, nel comune di Greve in Chianti. L’autopsia è stata disposta dalla Procura di Firenze che ha aperto un’inchiesta per omicidio colposo, ma per il momento senza indagati. Il pm di turno ha anche disposto il sequestro della piccola porzione di abitazione rimasta in piedi, mentre sono state rimosse le macerie in modo da liberare l’accesso alla strada, dove sono presenti altre abitazioni.

In base ai primi accertamenti, al momento una delle ipotesi al vaglio è che la fuga di gas si sia generata nell’abitazione al piano terra dell’edificio, dov’era installato un impianto a gpl. Non esclusa tuttavia l’eventualità che l’esplosione sia partita da una bombola di gpl che potrebbe essere stata presente dall’abitazione al primo piano, di recente acquistata da due delle vittime, Fabio Gandi e Giuseppina Napolitano.

Borgo di Dudda, esplosione, Fabio Gandi, Giancarlo Bernardini, Giuseppina Napolitano, Greve in Chianti, Procura di Firenze


Gilda Giusti

Redazione Firenze Post

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080