L’Orchestra della Toscana (ORT) presenta «Ville e Giardini incantati», V edizione

L’ORT alla Villa Medicea di Poggio a Caiano

FIRENZE – Chiuso fino a settembre il sipario del Teatro Verdi, l’Orchestra della Toscana (ORT) è pronta a ripartire con la quinta edizione della rassegna «Ville e Giardini incantati» dal 4 giugno al 3 luglio, con nove concerti in sei Ville medicee Toscane patrimonio Unesco dell’Umanità; L’iniziativa, nata dalla collaborazione tra la Fondazione ORT e il Polo museale della Toscana, quest’anno rientra nel cartellone di eventi Sotto le stelle medicee organizzato dalla Regione Toscana. 

Tre le produzioni con l’Orchestra al completo e due gli appuntamenti con i Gruppi da camera; si alternano nelle Ville medicee di Artimino La Ferdinanda (4 e 29 giugno), Cerreto Guidi (22 e 30 giugno), Firenze La Petraia (1 luglio), Poggio a Caiano (5 e 19 giugno), Quarrata La Magia (18 giugno) e nel Palazzo mediceo di Seravezza (3 luglio) al suo debutto nella rassegna.

I giardini e gli esterni delle Ville rivivono del classicismo musicale ai tempi di Mendelssohn, Beethoven e Mozart. La musica del compositore di Salisburgo si fa protagonista tra i programmi eseguiti dall’Orchestra della Toscana: il Mozart “violinista” dei capolavori come i concerti per violino K.216 e K.219, il Mozart maturo delle ultime sinfonie (K.385 “Haffner” e K.425 “Linz”), il Mozart ricordato da Čajkovskij nelle Variazioni su un tema rococò op.33, il Mozart che fa “da guida” a un giovane Beethoven alle prime armi con la sua Sinfonia n.1. A interpretare le numerose sfaccettature del compositore austriaco sono stati scelti giovani artisti. Sul podio (al loro debutto con l’ORT) il trentasettenne israeliano Daniel Cohen, direttore musicale principale dello Staatstheater Darmstadt, Vincenzo Milletarì, classe 1990, il francese Marc Leroy-Calatayud con attiva una lunga collaborazione con l’Opéra National de Bordeaux. Solisti tre musicisti italiani: al violino il palermitano Andrea Obiso classe 1994 e già primo violino all’Accademia Nazionale di Santa Cecilia e Clarissa Bevilacqua la più giovane violinista scelta per collaborare con la Fondazione Stradivari di Cremona; al violoncello Miriam Prandi, nata a Mantova nel 1990 e ammessa a soli 11 anni ai corsi di Antonio Meneses alla Chigiana di Siena. Accanto al repertorio classico Settecentesco due momenti dedicati ad altri due “classici”, Ennio Morricone e Astor Piazzolla (nel centenario della nascita) con Gli Ottoni dell’ORT in “Morricone & Piazzolla: compositori in eterno” e l’ensemble d’archi ORT Attack in “Tango 2021 #Piazzolla!”. Tanghi, milonghe e i più bei brani di Piazzolla saranno al centro di programma che propone anche un medley delle musiche di Carlos Gardel, “Re del Tango argentino”.

Le Ville medicee – oggi appartenenti al sito seriale “Ville e giardini medicei in Toscana”, dichiarato patrimonio Unesco dell’Umanità nel 2013 – sono state per secoli luoghi d’elezione per la vita artistica, culturale, spirituale e scientifica del loro tempo. Ancora oggi confermano così quel ruolo, rinnovando il dialogo con la musica, che si farà protagonista negli scenari esterni delle Ville, per ragioni di sicurezza e nel rispetto dei protocolli Covid-19. Per le stesse ragioni purtroppo non saranno  organizzate visite guidate alle Ville come nelle passate edizioni.

La Villa medicea della Petraia, Via della Petraia 40, Località Castello, Firenze

La Villa della Petraia è una delle più affascinanti per la felice collocazione nel paesaggio, per l’eccellenza delle decorazioni pittoriche, per la rigogliosa natura del parco. Si sviluppò, verso la fine del Cinquecento, attorno a un edificio fortificato, di cui resta ancora la grande torre, e il terreno circostante fu sbancato per inquadrarla nel bellissimo giardino a terrazze.

La Villa medicea di Poggio a Caiano, Piazza de Medici 14, Poggio a Caiano (PO)

Fu progettata da Giuliano da Sangallo per Lorenzo il Magnifico a partire dagli anni ’80 del Quattrocento. La sua posizione sopraelevata e la simmetria delle sue forme ne esaltano la funzione di simbolo del ruolo ordinatore dell’uomo sulla natura. Al suo interno conserva uno dei più importanti cicli di affreschi toscani del Cinquecento, celebrativi della famiglia Medici, eseguiti da Andrea del Sarto, Pontormo, Franciabigio, Alessandro Allori.

La Villa medicea di Cerreto Guidi, Via dei Ponti Medicei 7, Cerreto Guidi (FI)

Fu edificata per volontà di Cosimo I de’ Medici tra il 1564 e il 1567 come presidio e residenza di caccia nei pressi del Padule di Fucecchio. Caratteristiche dell’edificio le quattro rampe d’accesso simmetriche, denominate “ponti medicei”, attribuite al Buontalenti. Al primo piano è allestito il Museo Storico della Caccia e del Territorio che ospita una raccolta di armi, da caccia e da tiro, dei secoli XVII-XIX.

La Villa medicea La Ferdinanda di Artimino, Viale Papa Giovanni XXIII 1, Artimino, Carmignano (PO)

Fu costruita in soli quattro anni, dal 1596 al 1600, per volere di Ferdinando I e su progetto dell’architetto di corte Bernardo Buontalenti. Nata come residenza di caccia, ma anche luogo dedito all’otium, ospitò personaggi illustri come Galileo Galilei e Leonardo Da Vinci. La villa è detta anche “Villa dei cento camini”, per i numerosi camini che il Buontalenti fece costruire non solo per un vezzo artistico, ma anche per riscaldare il più possibile l’edificio.

La Villa medicea La Magia di Quarrata, Via Vecchia Fiorentina 63, Quarrata (PT)

I Panciatichi, annoverati fra le casate magnatizie pistoiesi più importanti, fin dall’XI secolo risiedevano e possedevano terreni e castelli nel pistoiese. Nel 1335 compiono le prime acquisizioni nel luogo in cui sorge oggi la Villa, scelto per la sua posizione strategica fra Pistoia e Firenze. Nel 1583, però, la famiglia è costretta a vendere tutte le sue proprietà, avendo perso terreno nell’opposizione con la casata dei Cancellieri che conquista il controllo di Pistoia e del suo territorio. È in questo momento che il destino della Magia si lega a quello dei Medici.

Palazzo Mediceo di Seravezza, Viale Leonetto Amadei 230, Seravezza (LU)

La costruzione, iniziata nel maggio 1561, rappresentava la volontà di affermazione del potere dello Stato voluti da Cosimo I, trovando luogo in Versilia per importanti giacimenti marmiferi, di miniere di ferro e di argento. Il palazzo, residenza estiva della corte medicea, oggi è sede della Biblioteca e Archivio Storico Comunale del Museo del Lavoro e delle Tradizioni Popolari della Versilia Storica. Le “Scuderie” ospitano il teatro ed il cinema comunale.

Programma:

venerdì 4 giugno Carmignano, Villa medicea di Artimino ore 21.15 e sabato 5 giugno Poggio a Caiano, Villa medicea di Poggio a Caiano ore 21.15
Orchestra della Toscana – Daniel Cohen direttore, Andrea Obiso violino
Mozart Idomeneo ouverture // Mozart Concerto n.3 per violino e orchestra K.216 // Mozart Sinfonia n.36 K.425 “Linz”

venerdì 18 giugno Quarrata, Villa medicea La Magia ore 21.15

MORRICONE & PIAZZOLLA: compositori in eterno. Gli Ottoni dell’ORT; musiche di Ennio Morricone e Astor Piazzolla

sabato 19 giugno Poggio a Caiano, Villa medicea di Poggio a Caiano ore 21.15 e martedì 22 giugno Cerreto Guidi, Villa medicea di Cerreto Guidi ore 21.15
Orchestra della Toscana – Vincenzo Milletarì direttore, Clarissa Bevilacqua violino
Mendelssohn Le Ebridi, ouverture op.26 // Mozart Concerto n.5 per violino e orchestra K.219 “Turkish” // Beethoven Sinfonia n.1 op.21

martedì 29 giugno Carmignano, Villa medicea di Artimino ore 21.15; mercoledì 30 giugno Cerreto Guidi, Villa medicea di Cerreto Guidi ore 21.15 e giovedì 1 luglio Firenze, Villa medicea de La Petraia ore 21.15
Orchestra della Toscana – Marc Leroy-Calatayud direttore, Miriam Prandi violoncello
Mozart Idomeneo, ballabili K.367 // Čajkowskij Variazioni su un tema rococò op.33 // Mozart Sinfonia n.35 K.385 “Haffner”

sabato 3 luglio Seravezza, Palazzo Mediceo ore 21.15TANGO 2021 #PIAZZOLLA! – ORT Attack ensemble d’archi – musiche di Astor Piazzolla, Carlo Gardel

L’iniziativa, nata dalla collaborazione tra la Fondazione ORT e il Polo museale della Toscana, quest’anno rientra nel cartellone di eventi “Sotto le stelle medicee” organizzato dalla Regione Toscana.

 Artimino, Cerreto Guidi, La Petraia, Poggio a Caiano: biglietto concerto posto unico a 12,50 euro (comprese commissioni). I biglietti possono essere acquistati presso: la Biglietteria del Teatro Verdi (tel. 055 212320 – via Ghibellina 97 – da lun a ven 10-13), online su www.ticketone.it, nei punti vendita del circuito Box Office – Ticketone; sul luogo prima del concerto (se non esauriti in prevendita). È previsto un biglietto speciale per i soci Unicoop Firenze a 10,50 euro (commissioni comprese). Si consiglia l’acquisto in prevendita per la capienza ridotta dei luoghi adibiti al concerto.

Quarrata: Ingresso gratuito su prenotazione – Comune di Quarrata tel. 0573 774500

Seravezza: Ingresso gratuito su prenotazione – Online su EventBrite.it e tel. 055 0681726

Tutti i concerti hanno inizio alle 21.15. Programmi e prenotazioni sul sito www.orchestradellatoscana.it

 

«Ville e Giardini incantati», Orchestra della Toscana (ORT), Sotto le stelle medicee

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080