Skip to main content

Firenze: riparte «Suoni Riflessi Estate» con tre concerti-spettacolo alla Limonaia di Villa Strozzi

Paolo Hendel, che inaugura la rassegna martedì 15 giugno

FIRENZE – Riprende con la rassegna Suoni Riflessi Estate l’attività di Suoni Riflessi, l’associazione musicale che ci ha abituato alle più disinvolte e accattivanti contaminazioni fra le arti. Stavolta produce tre spettacoli particolarmente adatti per il clima estivo e informale del teatro all’aperto della Limonaia di Villa Strozzi, meraviglioso parco cittadino che merita di essere conosciuto e apprezzato per la sua bellezza esaltata dalla costruzione di Giuseppe Poggi rivisitata da Giovanni Michelucci. I tre concerti-spettacolo, che si terranno alle 21, inizieranno martedì 15 giugno con la lettura sarcastica e divertente di Paolo Hendel di stralci del monologo di Suskind “Il Contrabbasso”, che vedrà Gabriele Ragghianti interprete e spalla al grande strumento, assieme alla partecipazione di Tiziano Melli (pianoforte) e Chiara Mura (violino). Attraverso Il Contrabbasso e le sue divagazioni psicodrammatiche vi si legge la metafora divertente e paradossale di chi non riesce e realizzare le sue ambizioni. Le musiche, neanche a dirlo focalizzate sul contrabbasso, sono di Bach, Bottesini, Garcia, Paganini, Saint-Saens.

Secondo concerto, giovedì 24 giugno, è Mozart “en plein air”, con le musiche del genio salisburghese scritte proprio per essere suonate all’aperto o comunque in contesti non accademici. La Serenata K375 per ottetto di fiati, vero capolavoro del genere, e una strana Pantomima che Mozart scrisse nel 1784 per una festa in maschera dove lui stesso si vestì da Arlecchino.  Di tale lavoro ci sono giunti solo stralci di musica su cui è stata fatta una ricostruzione a cura di Mario Ancillotti, direttore artistico di Suoni Riflessi, e del testo per merito di Giulio Canestrelli, attore specializzato nella Commedia dell’Arte. La ripresa di tale lavoro è una vera rarità soprattutto in considerazione che fu scritto per puro divertimento e che tale spirito permea la riproposta di Suoni Riflessi. Eseguono i Solisti del Maggio Musicale Fiorentino.

Il terzo concerto-spettacolo, martedì 29 giugno, è un omaggio a Dante nel suo anno commemorativo. Stavolta un Dante più sarcastico e dissacrante di quello più comunemente onorato: quello delle Malebolge che si diverte e giocare coi nomi, con le parole, con le situazioni assurde e demoniache. Lettore esclusivo e diavolesco Alberto Batisti, che stavolta lascia i panni del colto musicologo per vestire quelli dell’affabulatore in endecasillabi. Le musiche diaboliche che accompagnano e contrappuntano i versi del Poeta sono di Mussorgsky, Strawinsky, Prokofiew e Bartok eseguite da Mario Ancillotti, Leonardo Bartelloni, Marcello Bonacchelli, Pino Tedeschi.

I concerti si svolgono nel Teatro all’aperto della Limonaia di Villa Strozzi, via Pisana 77- Firenze. I biglietti saranno prenotabili ed acquistabili nel sito web del festival (tel. 055-699223 – mail: mariachiarabergamo@gmail.com) o prima degli spettacoli con la precauzione di non creare assembramenti.

Biglietto intero 15 euro, ridotto 10 euro. Chi ha la card di Rete Toscana Classica e gli Amici dei Musei e dei Monumenti Fiorentini ha diritto alla riduzione. Ulteriori informazioni si trovano sul sito https://www.suoniriflessi.it/ e sulla pagina Facebook “Suoni Riflessi”. La realizzazione di questa manifestazione è stata possibile grazie alla sensibilità di sponsor istituzionali come il Comune di Firenze, e di Banca Mediolanum, senza dimenticare il fondamentale sostegno degli Amici di Suoni riflessi.

Per informazioni   donymenci@yahoo.it      tel 347 4005110

Dante, Limonaia di Villa Strozzi, Mozart, Musica, Paolo Hendel, suoni riflessi, Teatro

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741