Ginevra: vertice Putin – Biden finisce in anticipo. Colloquio positivo, non ci sarà un’altra guerra fredda

EPA/MIKHAIL METZEL/SPUTNIK/KREMLIN

GINEVRA – E’ stato raggiunto un accordo con gli Usa per il ritorno degli ambasciatori. Lo ha detto Vladimir Putin dopo il summit.

Putin ha detto che il summit con Joe Biden è stato costruttivo.

“Vogliamo aiutare, ad agevolare accordi di Minsk se l’Ucraina è disposta a farlo, lo faremo anche noi”, ha sottolineato Putin.
Usa e Russia hanno concordato di iniziare consultazioni sulla cyber security e sul futuro del trattato New START, ha detto il presidente russo.
“Questa persona sapeva di violare una legge russa”. Ed ha “compiuto diverse volte lo stesso reato”. Lo ha detto Putin rispondendo ad una domanda su Alexej Navalny, l’oppositore del Cremlino in carcere.
“Guantanamo è ancora aperto, e non corrisponde agli standard internazionali dei diritti umani o alle leggi degli Stati Uniti. Di che diritti umani stiamo parlando? In Europa c’erano prigioni dove si torturava. In Russia stiamo sviluppando il nostro percorso”, ha aggiunto Putin.

I grandi network Usa sono rimasti sorpresi dalla conclusione del vertice Biden-Putin prima del previsto e si stanno interrogando se questo non sia di cattivo auspicio. La Cnn si attendeva ulteriori sub incontri delle due delegazioni, che non ci sono stati. Uscendo dal summit, tuttavia, Biden ha alzato il pollice verso la stampa.
L’incontro tra Joe Biden e Vladimir Puitn e’ durato 93 minuti, quello con le delegazioni allargate 65, dopo una pausa di 45 minuti. Lo riferisce la Cnn. Le parti avevano previsto una durata di 4-5 ore.

Il governo russo protegge e offre riparo agli hacker, compresi quelli che chiedono il riscatto, operanti dalla Russia. Lo ha detto John Demers, responsabile della sicurezza nazionale al dipartimento di giustizia Usa. “C’è molta attività di questo tipo che proviene dai confini russi, che non è condotta dai dirigenti governativi russi ma che è tollerata dal governo russo”, ha detto in una conferenza stampa.

Si è conclusa dopo quasi due ore la prima sessione di lavori ristretta fra Joe Biden e il presidente russo Vladimir Putin a Ginevra.
Secondo l’agenzia di stampa statale russa, era previsto che questa parte del summit durasse circa un’ora e un quarto ma è durata quasi due ore. Peskov ha aggiunto che è stata annunciata una pausa prima dell’incontro a gruppo allargato.

‘Ci sono molte questioni che si sono accumulate, spero che il nostro incontro oggi sia produttivo’, ha detto il presidente russo Vladimir Putin a Joe Biden oggi a Ginevra dove è in corso l’incontro tra i due. ‘Sempre meglio incontrarsi faccia a faccia’, ha risposto Biden. La città è blindata: zone chiuse, traffico interrotto e imponenti misure di sicurezza. Ci sarà un primo incontro ristretto, con i rispettivi ministri degli Esteri e gli interpreti, poi uno più allargato. Al termine conferenze stampa separate. Il Cremlino definisce l’agenda “vasta” e precisa che non ci sarà nessun limite di tempo al vertice.

Nuova photo opportunity tra Joe Biden e Vladimir Putin nella biblioteca di Villa La Grange dove si tiene il vertice. I due leader hanno scambiato pochissime parole di circostanza, restando poi a lungo in silenzio. Biden e’ apparso sorridente e rilassato, Putin piu’ teso e austero. Con loro anche i rispettivi capi della diplomazia, Antony Blinken (con in mano un block note) e Serghiei Lavrov.

EPA/MIKHAIL METZEL/SPUTNIK/KREMLIN

I due leader siedono dietro le rispettive bandiere, Biden con le gambe accavallate, a differenza di Putin (che non ha questa abitudine). I due sono divisi da un vecchio mappamondo che appare assumere un significato simbolico in questo vertice in cui si discutono tanti dossier decisivi per il futuro del pianeta. La sede del vertice una biblioteca che contiene una ricca collezione libraria, con anche volumi antichi.

Il vertice Biden-Putin è proseguito poi con delegazioni allargate. Con il presidente americano ci sono, oltre al segretario di Stato Antony Blinken, la sottosegretaria di stato per gli Affari Politici Victoria Nuland, il consigliere per la Sicurezza Nazionale Jake Sullivan, gli esperti del Consiglio per la Sicurezza nazionale sui dossier russi Eric Green e Stergos Kaloudis e l’ambasciatore Usa a Mosca John Sullivan. La delegazione russa include, oltre al ministro degli Esteri Serghiei Lavrov, il suo vice Serghiei Riabkov, il consigliere presidenziale per gli Affari Esteri Yuri Ushakov, il capo dello Stato maggiore gen. Valery Gerasimov, l’ambasciatore russo a Washington Anatoly Antonov, gli inviati del Cremlino per Ucraina e Siria, e il portavoce di Putin Dmitri Peskov.

La conferenza stampa di Biden

I rapporti fra Usa e Russia devono essere stabili e prevedibili. Lo afferma il presidente Joe Biden dopo l’incontro con il presidente russo Vladimir Putin a Ginevra.  Ho detto a Putin che la mia agenda non è contro la Russia, è per gli americani. Noi continueremo a sollevare questioni per casi come Alexei Navalny e tutte le questioni legate ai diritti umani. L’ho detto a Putin. Poi Biden ha sottolineato che noi non tollereremo violazioni dei diritti democratici e risponderemo;  Ho detto a Putin che ci sono delle regole di base che vanno rispettate. Ho dato a Putin una lista di 16 infrastrutture critiche che devono essere off limit da ogni forma di attacco, ha aggiunto Biden.
Importante incontrarsi di persone così che non ci siano incomprensioni su quello che io voglio comunicare. Il tono di tutto l’incontro è stato buono, positivo, non ci sono state azioni stridenti. E’ bene vedersi faccia a faccia. Ho fatto quello per cui sono venuto, ha spiegato Biden, definendo positivo il vertice con Putin e sottolineando che sono state gettate le basi per come ci confronteremo con la Russia.
Ho detto a Putin il nostro incrollabile sostegno alla sovranità dell’Ucraina, ha spiegato il leader Usa. Putin sa che agiremo se ci saranno cyberattacchi o interferenze sulle elezioni.
Un’altra Guerra Fredda non sarebbe nell’interesse di nessuno, ha spiegato il presidente Usa. C’è una genuina prospettiva di migliorare significativamente le relazioni fra Stati Uniti e Russia, ha detto Biden sottolineando che non ci sono state minacce durante l’incontro. Ho sollevato con Vladimir Putin il caso degli americani prigionieri in Russia.

 

 

 

Biden Putin, Ginevra, v ertice


Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
Mail

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080