Pisa, caso Scieri: tre imputati chiedono rito abbreviato

PISA- Tre dei cinque imputati nel processo per la morte di Emanuele Scieri, il parà di 26 anni morto nella caserma Gamerra di Pisa il 13 agosto 1999, hanno chiesto di essere giudicati in rito abbreviato mentre gli altri due saranno processati con il rito ordinario. Hanno chiesto l’abbreviato il sottufficiale dell’Esercito Andrea Antico, l’unico tuttora in servizio, accusato di omicidio volontario in concorso con gli ex caporali Alessandro Panella e Luigi Zabara; l’ex aiutante maggiore Salvatore Romondia e l’allora comandante della Folgore, generale Enrico Celentano.

Romondia e Celentano sono accusati di favoreggiamento. Il 24 settembre sarà il giorno della requisitoria del pm Sisto Restuccia, che si esprimerà sui riti abbreviati e sulle richieste di rinvio a giudizio per gli ex caporali Panella e Zabara. Il 27 settembre discuteranno le parti civili. L’udienza conclusiva con le decisioni del gup Pietro Murano è fissata per l’11 ottobre.

gamerra, morte, scieri

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080