Arezzo: nonno ritira nipotina sbagliata al nido, procedimento disciplinare per gli addetti

AREZZO – Accertamenti disciplinari del Comune di Arezzo sono stati avviati su un educatore e un custode di un asilo nido municipale dove due giorni fa il personale ha consegnato una bambina al nonno ‘sbagliato’. Secondo le ricostruzioni l’anziano in realtà ha commesso un primo errore suonando il campanello al nido, anziché alla scuola materna che è alla porta accanto, e poi un secondo errore non riconoscendo che la bimba che gli veniva data non era sua nipote ma un’altra.

L’equivoco sarebbe andato avanti circa mezz’ora, il tempo di raggiungere l’abitazione, accorgersi con gli altri familiari di aver ritirato un’altra bambina e riportare indietro la nipotina ‘sbagliata’. Nel frattempo un familiare di questa bambina era giunto al nido e non trovando la figlia ha chiamato la polizia.
La vera nipotina dell’anziano, invece, peraltro di uno-due anni di età più grande dell’altra, aspettava che qualcuno andasse a prenderla alla scuola materna adiacente.

L’errore della struttura c’è stato e verrà codificato in capo a chi lo ha fatto con le conseguenze disciplinari previste, afferma il vicesindaco Lucia Tanti che segue gli accertamenti del Comune.
Per la vicenda è stato avviato un procedimento disciplinare su due addetti del nido, considerato che i parenti devono esibire una delega e farsi identificare, e che il personale è incaricato anche di evitare gravi equivoci come questo. Risulta inoltre che le bimbe abbiano lo stesso nome.

nido, nipotina, nonno

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080