Prato: disturba la messa, arrestato 34enne pakistano

PRATO – Martedì 13 pomeriggio introno alle 16.00, è giunta alla Sala Operativa richiesta di intervento presso la Chiesa della Sacra Famiglia, a seguito della segnalazione di un uomo che arrecava disturbo ai fedeli. Nel corso del pomeriggio, un uomo di nazionalità pakistana di 34 anni, senza una dimora stabile, aveva iniziato a chiedere l’elemosina nei pressi della chiesa, ma, dal momento che l’affluenza a quell’ora non doveva essere particolarmente elevata, aveva deciso di entrare nella navata laterale, chiedendo ai fedeli, che si trovavano all’interno della cappella dell’Adorazione Perpetua in preghiera, un obolo.

Al rifiuto e alla richiesta di allontanarsi dal luogo di culto, l’uomo ha chiesto a gran voce di entrare in sacrestia per parlare con il parroco, da cui giorni prima aveva ricevuto qualche piccolo aiuto, e, in stato di agitazione, ha infranto un vetro della porta della Sacrestia. E’ stato lo stesso parroco a richiedere l’aiuto delle Forze dell’Ordine, che sul posto hanno identificato l’uomo, che è stato denunciato non soltanto per il danneggiamento provocato, del quale aveva ancora delle lievi ferite visibili, ma anche per l’interruzione della funzione religiosa.

denunciato, Messa, pakistano


Ezzelino da Montepulico


Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080