Fisco: nuove tasse e catasto, governo accelera. Fi e Lega: no balzelli sulla casa

ROMA –  La parte di compagine governativa rappresentata da Pd e M5S prova ad accelerare su nuove tasse e catasto presentando la delega fiscale. Con l’assenso di Draghi, ovviamente. Si cercherà di portare in Consiglio dei ministri già questa settimana la delega fiscale: lo confermano diverse fonti dell’esecutivo, come anticipato da alcuni quotidiani. Il testo, che affronterà diversi temi, dalle semplificazioni del fisco al calo dell’Irpef per i ceti medi, potrebbe contenere anche la delicata riforma del catasto.  Non è ancora sicuro però che la delega fiscale arrivi in Cdm questa settimana: prima del varo dovrebbe tra l’altro essere oggetto di una interlocuzione tra governo e partiti di maggioranza.

«Si rispetti la volontà del Parlamento, che attraverso la commissione Finanze si è espressa, pressoché all’unanimità, sul fatto di evitare la revisione del catasto, aumentando di fatto la tassazione sugli immobili». Così il deputato di Forza Italia, Sestino Giacomoni, membro del coordinamento di presidenza del partito. “Così come, per quanto riguarda l’aumento delle bollette, troviamo insieme, in commissione, una soluzione. Forza Italia ha una sua proposta: niente Iva, a fronte di un aumento così sostanzioso delle bollette. Lo Stato abbia il coraggio di non imporre alcuna gabella»

«Le ipotesi di riforma del catasto avanzate dalla stampa vedono la Lega assolutamente contraria». Così Alberto Bagnai, responsabile economico della Lega, Alberto Gusmeroli, vicepresidente della commissione Finanze della Camera. La posizione della Lega e del Parlamento sul tema, insiste Bagnai, è chiara: nessun inasprimento delle imposte sugli immobili, né diretto né indiretto, nessuna revisione degli estimi catastali, neanche sotto la foglia di fico della parità di gettito. La casa in Italia è già supertassata: non possiamo permetterci che un altro aumento delle tasse stronchi la ripresa nel ’22, ripetendo l’errore fatto nel 2012 con l’Imu.

 

catasto, Governo, tasse

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080