All’Ultravox Firenze «Fuck Art, Let’s Dance!», serata in ricordo di Lawrence Ferlinghetti

Lawrence Ferlinghetti davanti alla Libreria City Lights di Firenze (attiva dal 1997 al 2004)

FIRENZE – Le musiche e le parole di Massimo Altomare, Giulio Casale, Giada Diano, Lucio Leoni, Lorenzo Maffucci, Marco Parente, Omar Pedrini, Riccardo Rombi; note, letture, testimonianze e proiezioni nel ricordo di Lawrence Ferlinghetti per Fuck Art, Let’s Dance!, lo spettacolo in programma martedì 21 settembre alle ore 21,15 all’Anfiteatro delle Cascine Ernesto De Pascale, nell’ambito dello spazio estivo Ultravox Firenze.

Dopo il forfait dello scorso agosto, arriva finalmente la serata dedicata all’ultimo vate della beat generation, morto lo scorso 22 febbraio, a 101 anni. L’evento riprende il filo – e il titolo – del festival di poesia Fuck Art Let’s Dance! organizzato esattamente 20 anni addietro da Antonio Bertoli e della sua libreria City Lights Italia, filiale fiorentina (e unica al mondo) del leggendario City Lights Bookstore di Lawrence Ferlinghetti, che di quel festival fu la star. Tutto nel segno del celebre aforisma Fuck Art, Let’s Dance!, per ricordare il poeta, editore, pittore/artista visivo americano e il suo speciale rapporto con Firenze.

Nessuna pretesa nostalgica del “come eravamo”: solo quella, umile e sincera, di riallacciare il filo con l’amico Ferlinghetti, il “meraviglioso e completo outsider della cultura e dell’arte”, innamorato della Toscana e di Firenze.

Ferlinghetti è stato un artista totale e totalmente impegnato: a demolire miti, a risvegliare le coscienze, a praticare l’arte. Ma non l’arte inutile, fine a se stessa. Per dirla con le parole di Antonio Bertoli – scrittore, poeta, uomo di teatro, fondatore di City Lights Firenze, scomparso nel 2015 – il felicissimo e dissacrante “Fuck Art Let’s Dance! racchiude in sé – nella sua semplicità e immediatezza – tutto il complesso pensiero estetico che è alla base del suo intervento nell’arte (poesia, letteratura, pittura, editoria). Fare arte non serve a niente quando l’arte è fine a se stessa (“fuck art”). È qualcosa di impareggiabile invece quando balla la danza della vita (“let’s dance!”)”. Progetto Open HeArts della Compagnia Catalyst nell’ambito dell’Estate Fiorentina promossa dal Comune di Firenze.

Biglietti: posti numerati 17,25 / 23 euro. Prevendite su www.ultravoxfirenze.itwww.ticketone.it e nei punti prevendita di Box Office Toscana. Info www.ultravoxfirenze.it. Si accede con Green Pass.

Ultravox Firenze. Da . Anfiteatro delle Cascine Ernesto De  Pascale, Parco delle Cascine – Firenze. A. Informazioni www.ultravoxfirenze.it

L’Anfiteatro delle Cascine Ernesto De Pascale è all’interno dello spazio estivo Ultravox Firenze, nel cuore del Parco delle Cascine (da giugno a ottobre 2021); aperto tutte le sere dalle ore 18. Consigliato parcheggiare al Piazzale delle Cascine e utilizzare la navetta Ataf (attiva fino alle 2 di notte) che collega Piazzale delle Cascine con l’Anfiteatro; oppure di andare in bici.

FUCK ART, LET’S DANCE!
Una notte d’estate per
LAWRENCE FERLINGHETTIMartedì 21 settembre – ore 21,15
Ultravox Firenze – Anfiteatro delle Cascine Ernesto De Pascale
Parco delle Cascine – Firenze



Anfiteatro delle Cascine, Estate fiorentina 2021, Lawrence Ferlinghetti, Ultravox Firenze

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080