Vaccini: terza dose per tutti, Figliuolo dice d’essere già pronto. 41 milioni gli italiani che hanno completato il ciclo vaccinale

Il generale Francesco Figliuolo commissario straordinario emergenza invita a vaccinarsi ANSA/ALESSANDRO DI MARCO

ROMA – Via libera alla terza dose, la macchina organizzativa del commissario generale Figliuolo è prontissima a partire. Sono 41 milioni – pari al 69,3% della popolazione complessiva – gli italiani che hanno completato il ciclo vaccinale. Un dato soddisfacente per il generale Figliuolo che ieri in visita a due centri vaccinali in Veneto ed in Sicilia, ha rivolto un accorato appello “a tutti coloro i quali in questo momento sono esitanti: chiedete ai medici, agli infermieri e a chi ha ancora sulla pelle gli effetti del Covid. Qui non si tratta di obblighi o non obblighi, ma di salute pubblica e salute individuale. Dobbiamo spingere su quest’ultimo miglio”.

Quanto alla dose aggiuntiva, ha osservato, «se ci dicono che bisogna darla alle altre fasce d’età lo faremo: è una decisione che prenderà la scienza. La macchina organizzativa e’ pronta, dopo i ‘fragili’ procederemo con le altre categorie, e poi andremo avanti per chi ha piu’ di 80 anni, gli ospiti delle Rsa e i sanitari in modo da meglio preservare chi piu’ ne ha bisogno». Cosi’ sul Corriere della Sera il generale Francesco Paolo Figliuolo conferma che il piano per la terza dose e’ ormai nella fase operativa. «Arriveremo all’82% di persone completamente vaccinate e una percentuale superiore di prime dosi. Per chi vive situazioni di alto rischio, come i malati oncologici, chi ha subito un trapianto oppure e’ ancora in attesa, i dializzati e tutti coloro che sono immunocompromessi, siamo gia’ partiti e procederemo in modo spedito. Gli scienziati ci daranno indicazioni su come procedere. Ma e’ prevedibile che si seguira’ uno schema identico a quello che ci ha consentito di preservare al meglio chi piu’ ne ha bisogno. Sono gli scienziati a dover fare ulteriori riflessioni, anche sulla base dei dati che si stanno raccogliendo sul campo. Attendiamo il via libera, la macchina organizzativa e’ pronta».

E poi, obbediente, da bravo soldato, alle direttive del governo, invita nuovamente a vaccinari, come indica anche il Presidente Mattarella: «A quelli che sono un po’ diffidenti, che attendono ancora. A loro suggerisco di informarsi chiedendo al proprio medico, ai sanitari che operano nelle corsie degli ospedali, a chi ha visto o patito la sofferenza del Covid. A loro dico che abbiamo avuto oltre 130 mila morti e abbiamo ancora adesso moltissime persone che ancora portano i segni del long Covid. Informatevi e poi fate una scelta che sia libera, nessuno vuole obbligarvi. Pero’ io dico che dobbiamo mettere in salvo chi e’ intorno a noi e i nostri giovani, che sono corsi in massa nei centri vaccinali, ci hanno dato una grande lezione. Dove arriveremo dipende dalla buona volonta’ di tutti. Il vaccino ha dimostrato di essere valido anche per la variante Delta. Io dico che piu’ siamo vaccinati, piu’ possiamo continuare
a vivere la vita sociale. E soprattutto consentire ai giovani di continuare ad andare in classe».

-dose, terza, vaccini


Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
Mail

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080