Migranti: 700 persone tentano entrata a Melilla, respinte dalle forze dell’ordine spagnole e marocchine

EPA/PAQUI SANCHEZ

MADRID – Spagna e Marocco respingono alla frontiera i clandestini che vogliono entrare illegalmente in Spagna, così come fa l’accoppiata democratica Biden – Kamala ai confini col Messico. Solo l’Italia di Lamorgese – Draghi sembra avere un atteggiamento diverso, non reagendo prontamente alle strategie delle Ong e dei trafficanti di esseri umani.

Nella notte circa 700 persone hanno tentato di entrare irregolarmente in territorio spagnolo presso l’enclave nordafricana di Melilla: lo riportano i media iberici citando fonti della Delegazione del governo. Il tentativo di entrata irregolare è stato respinto grazie all’intervento “coordinato” degli agenti spagnoli e marocchini, hanno aggiunto le autorità iberiche.

La Guardia Civil spagnola assicura di aver riscontrato che i migranti erano perfettamente organizzati e hanno utilizzato tattiche militari per disperdere le forze dell’ordine lungo la barriera situata al confine e così trovare punti scoperti per poter passare. Tentativi di questo tipo sono avvenuti più volte negli ultimi mesi sia a Melilla sia presso Ceuta, un’altra enclave spagnola in Marocco.

Marocco, migranti, Spagna


Ezzelino da Montepulico


Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080