4 morti per esalazioni da mosto, grave una donna. Facevano il vino per la famiglia

PAOLA (COSENZA) – Sono due fratelli , un cognato e un nipote di uno dei due, di età compresa tra i 40 e i 70 anni, le persone decedute a Paola a causa delle esalazioni emanate dal mosto contenuto in una vasca. I quattro, assieme ad una quinta persona, una donna che è rimasta intossicata in modo grave, erano impegnati nella fase conclusiva della produzione del vino per uso familiare.

In particolare, secondo quanto si è appreso, i quattro stavano travasando il mosto da una vasca posta sotto il livello stradale in alcune botti. La morte dei quattro sarebbe sopravvenuta a causa della mancanza di ossigeno all’interno del locale.

Si chiamavano Giacomo e Valerio Scofano, rispettivamente di 70 e 50 anni, e Santino e Massimo Carnevale, padre e figlio di 70 e 40 anni, le quattro vittime della tragedia avvenuta stamane in un magazzino privato, a Paola, a causa delle esalazioni del mosto in fermentazione. Secondo una prima ricostruzione la prima vittima scesa nel locale che ospitava la vasca dove era contenuto il mosto sarebbe stata colpita da malore e gli altri tre si sarebbero calati a loro volta nella vasca perdendo anche loro la vita. Tre delle vittime sono state trovate all’interno della vasca mentre una quarta era posizionata quasi all’esterno del locale forse nel tentativo estremo di uscire. A poca distanza è stata trovata invece la donna priva di coscienza che è stata soccorsa e trasporta in elisoccorso nell’ospedale di Cosenza.

4 morti, calabria, esalazioni da mosto


Gilda Giusti

Redazione Firenze Post

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080