Green pass: terza dose scade dopo un anno. Costa: revisione nel 2022 se dati covid buoni

ROMA – La certificazione per la terza dose di vaccino verrà emessa il giorno successivo alla vaccinazione e avrà validità per 12 mesi dalla data della somministrazione della dose aggiuntiva al ciclo completato (terza dose per ciclo a due dosi, seconda dose in caso di ciclo completato con dose singola). È quanto indica una faq pubblicata sul sito del Governo dove si spiega che quindi l’aggiornamento della certificazione è automatico sulla base dei dati di avvenuta immunizzazione, come è già avvenuto per i Green Pass di chi ha completato il ciclo a due dosi o a dose singola.

I nuovi Green Pass vengono emessi indicando nel «numero di dosi effettuate/numero totale dosi previste per ciclo vaccinale completo»: 2 di 1 nel caso di precedente completamento del ciclo vaccinale con vaccino monodose o con dose unica dopo guarigione da Covid-19; 3 di 2 nel caso di completamento del ciclo vaccinale dopo due dosi. Nel nostro Paese, il via alla vaccinazione con dose aggiuntiva è stato dato il 20 settembre 2021, quello per la dose booster (richiamo) il 27 settembre. La Piattaforma nazionale DGC ha cominciato a rilasciare le nuove Certificazioni di dose aggiuntiva e booster dai primi di ottobre 2021.

Intanto, il sottosegretario Andrea Costa ha anticipato che «sarà possibile rivedere ed eventualmente ridurre l’attuale applicazione del green pass con l’inizio del nuovo anno se i dati dell’epidemia di Covid-19 continueranno a mostrare un trend di miglioramento, ma una valutazione più precisa sarà fatta a dicembre in concomitanza con la scadenza dello stato di emergenza che auspichiamo possa avere termine».

certificato, green pass, revisione nel 2022, sottosegretario Costa, terza dose


Sandro Bennucci

Direttore del Firenze Post
Scrivi al Direttore

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080