Londra: covid-19: mutazione variante Delta causa aumento infezioni

 EPA/JUSTIN LANE

LONDRA – La BBC pubblica sul suo sito alcuni dati che riguardano una nuova mutazione della variante Delta del virus SarsCoV2 che sta causando un numero crescente di infezioni nel Regno Unito. Secondo i dati l’incidenza della sotto variante, classificata come ‘AY.4.2’ e da alcuni considerata come una nuova tipologia di ‘Delta Plus’, è relativa al 6% delle infezioni registrate, quindi molto limitata. Sono in corso studi per comprenderne la pericolosità ma secondo il professo Francois Balloux, direttore dell’UCL Genetics Institute, la sua capacità di trasmissione sarebbe al massimo il 10% superiore alle altre mutazioni del virus e comunque è molto improbabile che attecchisca su larga scala o sfugga alla copertura dei vaccini.

Al momento infatti viene classificata con un basso livello di rischio e non è stata inserita negli elenchi delle varianti più pericolose. “In questa fase direi di aspettare e vedere, niente panico – ha affermato Balloux – potrebbe essere leggermente più trasmissibile, ma non è qualcosa di assolutamente disastroso come abbiamo visto in precedenza”. Intanto oggi calano i contagi da Covid attestati nelle ultime 24 ore a 43.738, oltre quota 40.000 per il settimo giorno di fila ma sotto il picco di quasi 50.000 fatto segnare ieri su quasi un milione di test. Sostanzialmente sotto il livello di guardia il totale dei ricoveri negli ospedali, indicati attorno 7.700 grazie ai vaccini; mentre i morti, pur appesantiti il martedì dal consueto recupero statistico di parte dei dati ritardati relativi al weekend, balzano a ben 223: ossia ai livelli più elevati da marzo.

Ne dovranno tener conto anche i vaccinatori ad oltranza nostrani.

Delta, londra, variante


Ezzelino da Montepulico


Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080