Pnrr, Nardella: «Fondi siano usati per Fi-Pi-Li». E il punto su pista di Peretola e Autostrade

La strada di grande comunicazione Firenze-Pisa-Livorno

FIRENZE – Intervento risoluto del sindaco sulla Fi-Pi-Li e su infrastrutture. Con frecciata velen osa anche al cantiere di Santa Maria Novella, definito lumaca. La dichiarazione ha riguardato anche l’aeroporto di Peretola e la rassicurazione dell’Ad di Autostrade, Tomasi, sui lavori intorno a Firenze.

«Non capisco perché i fondi del Pnrr non si possano usare per la viabilità: servirebbero tra i 100 e 200 milioni di euro per fare un intervento davvero risolutivo sulla Fi-Pi-Li. Lavorerò anche con gli altri sindaci e con il presidente Giani perché il Governo cambi le regole sull’uso dei fondi del Pnrr». Lo ha detto il sindaco di Firenze, Dario Nardella, intervistato da Rtv 38, a proposito della Fi-Pi-Li. Secondo Nardella «il modo con cui è stata realizzata la Fi-Pi-Li negli anni ’70 è assolutamente inadeguato».

Sempre sul tema infrastrutture Nardella ha parlato poi del nodo alta velocità: «Due settimane fa – ha ricordato – a Roma abbiamo incontrato gli ad di Ferrovie e di Rfi, gli abbiamo detto che l’idea che i lavori dell’Av, della Foster e del sottoattraversamento finiscano nel 2028-29 è inaccettabile. O si cambiano i programmi o faremo guerra a oltranza su questo fronte. Devo dire che da parte di Ferraris c’è stata una apertura per costituire un tavolo operativo e vedere come accorciare i tempi per la realizzazione di questa opera».

Per quanto riguarda la stazione di Santa Maria Novella «è vergognoso che questo cantiere lumaca non venga accelerato, sono mesi e mesi che abbiamo le impalcature». Sull’aeroporto di Peretola, ha aggiunto il sindaco, è stato confermato l’avanzamento del progetto per il nuovo terminal, i cui lavori possono partire spero entro l’anno prossimo o al massimo entro due anni e a breve sarà presentato il nuovo masterplan per la nuova pista. Sulla nuova pista possiamo aprire ad una fase nuova, anche di confronto con tutti i sindaci e comuni che in passato hanno avuto perplessità.

Sulla tramvia «aspettiamo con ansia che il ministro Giovannini ci dia il semaforo verde sul finanziamento delle ultime due linee che dobbiamo finanziare. Credo manchi poco per l’annuncio». E sugli eventuali nuovi ritrovamenti archeologici chiede rapidità nel fare le valutazioni. Sull’A1 Nardella ha detto che «ci sono buone notizie, stamani ho avuto un colloquio con l’ad di Autostrade Roberto Tomasi: i lavori sulle autostrade intorno a Firenze termineranno entro la metà di novembre».

autostrade, Dario Nardella, fipili, Pista di Peretola, Stazione di Santa Maria Novella


Ernesto Giusti


Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080