Monte Paschi: Giani e sindaco Siena chiedono proroga trattativa da Ue

SIENA –

Sullo stop alla trattativa del Monte dei Paschi intervengono il Presidente della Regione Eugenio Giani e il sindaco di Siena Luigi De Mossi.

Giani: « Incorporarla in un’altra banca come era previsto con l’operazione Unicredit avrebbe distrutto tutto quello
che dal 1472 è una cultura e un modo di essere e di fare banca. Sarebbe stato sbagliato. Ho accolto positivamente l’atteggiamento del Governo che si è opposto al tavolo a chi voleva una svendita. L’Europa dovrà accettare la proroga anche perché ci consentirà di arrivare a questo terzo polo».

De Mossi critica la politica della sinistra ma chiede interventi: «Oggi è un po’ buffo pretendere solo il rigore di bilancio che è sacrosanto ma siccome la politica ha creato questo problema ora lo deve risolvere. Io credo che il governo debba fare la sua parte e chiedere una proroga. La proroga doveva essere stata chiesta da prima ma al governo ci sono persone capaci di interagire con Bruxelles e quindi credo e spero che arrivi una proroga».

Monte Paschi, siena, sindaco

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080