Omicidio di Comeana: fermato un fiorentino. Caccia al presunto complice

PRATO – C’è un fermato per l’omicidio di Gianni Avvisato, il 38enne ucciso con un’arma da fuoco ieri pomeriggio nei pressi della sua abitazione, in via Boccaccio a Comeana, frazione del comune di Carmignano. Il fermato è un fiorentino, coetaneo della vittima. Il fermo è scattato nella tarda serata di ieri, 25 novembre 2021. All’uomo, sospettato di essere uno dei due killer, i carabinieri sono risaliti grazie a un testimone che aveva annotato la targa dell’auto con la quale due persone erano state viste fuggire dopo il delitto in strada.

Sono ancora in corso le ricerche del secondo uomo che avrebbe preso parte all’omicidio. Da quanto si apprende, anch’egli sarebbe un fiorentino, che si sarebbe dovuto trovare agli arresti domiciliari. Il 38enne fermato, assistito dagli avvocati Mattia Alfano e Massimo Nistri, avrebbe detto agli inquirenti che non sapeva che il suo presunto complice fosse in possesso di un’arma.

carabinieri, fermato, fiorentino, Gianni Avvisato, prato, presunto complice


Ernesto Giusti


Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080