Covid-19 Italia, 7 dicembre: pandemia si estende, 99 morti,15.756 contagi, tasso al 2,3%

ROMA – La pandemia non cessa di avanzare, lo testimonia il bollettino di oggi, 7 dicembre, del ministero della salute. Balzo dei contagi Covid in Italia. I nuovi positivi sono 15.756, un numero in forte crescita rispetto ai 9.503 registrati nella giornata di ieri, a fronte però di un numero superiore di tamponi processati, quasi il doppio, per l’esattezza 695.136. Un dato che fa flettere il tasso di positività al 2,26%. In aumento i decessi, 99 (+7).  I guariti sono 10.584 mentre gli attualmente positivi crescono di 5.059 unità raggiungendo un numero complessivo di 240.894.
Impennata dei ricoveri nei reparti ordinari, dove dai 5.879 segnati il 6 dicembre si tocca quota 6.078 il 7. Crescono pure le terapie intensive, 776 (+33), con 89 nuovi ingressi. In isolamento domiciliare vi sono 234.040 persone. Il Veneto si conferma la prima regione per numero di contagi (2.7960), seguita da Lombardia (2.783) Emilia Romagna (1.396) e Lazio (1.474).

Brusaferro, presidente Iss, commenta i dati e rilancia il pericolo di estensione della pandemia, tenuto conto dell’aumento di casi di variante Omicron.  Se sparisse la pandemia diventerebbe inutile anche il Cts, di cui Brusaferro è portavoce. «In Italia, al momento, ci sono 11 sequenze confermate di variante Omicron e altre in fase di valutazione in più regioni. I casi confermati sono persone transitate attraverso il Sudafrica o contatti stretti di persone che hanno fatto viaggi in Sudafrica. La curva è in crescita e l’incidenza settimanale, a ieri sera, è pari a 173 casi ogni 100mila abitanti».
Nella piattaforma ICoGen, fa sapere l’Iss, ci sono al momento 11 sequenze: 7 del cluster in Campania; 1 in un paziente in provincia di Bolzano; 1 in un paziente in Veneto; 1 in Sardegna e 1 in Calabria. Siamo ancora in una situazione epidemica, ha aggiunto Brusaferro.

 

7 dicembre, Governo, pandemia


Ezzelino da Montepulico


Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080