Variante Omicron: studio dimostrerebbe che doppia dose Pfizer preserva al 70% da ricoveri. Altri giungono a risultati diversi

ROMA – Uno studio condotto su dati ‘real world’ del Sudafrica mostra che la doppia dose di vaccino anti-Covid di Pfizer/ BioNTech può offrire una protezione del 70% contro il ricovero per la malattia causata da variante Omicron di Sars-CoV-2, ridotta rispetto a quella rilevata con altri mutanti, ma ancora buona per gli scienziati.

Altri due lavori, non ancora pubblicati e quindi non sottoposti a revisione paritaria, osservano anche l’impatto
della terza dose, mostrando dopo il booster un aumento della capacità di neutralizzare Omicron rispetto alla doppia dose, pur attestandosi su livelli più bassi di quelli che si hanno contro Delta.
In uno di questi due studi, una ricerca israeliana disponibile sulla piattaforma ‘Medrxiv’, gli autori hanno utilizzato isolati di diverse varianti fra cui Omicron per studiare la capacità di neutralizzazione del vaccino Pfizer/BioNTech. Gli esperti dimostrano l’importanza della terza dose, dal momento che dopo il booster rilevano un aumento di 100 volte dell’efficienza di neutralizzazione verso la variante Omicron. Ma questa neutralizzazione risulta ridotta di 4 volte rispetto a quella che si ottiene contro Delta. La durata dell’effetto è ancora da determinare. Gli autori osservano pure una bassa efficienza di neutralizzazione contro Delta e il virus wild-type dopo più di 5 mesi dalla seconda dose, senza alcuna efficienza di neutralizzazione contro Omicron.
In linea anche i risultati del secondo studio, che arriva invece dall’Australia ed è disponibile sulla piattaforma ‘Biorxiv’. Dimostrerebbe che i sieri raccolti 1, 3 e 6 mesi dopo due dosi di Pfizer/BioNTech hanno mostrato  una capacità limitata di neutralizzare  il virus. Tuttavia, continuano gli autori, 4 settimane dopo la terza dose, i titoli anticorpali neutralizzanti risultano potenziati. Nonostante questo aumento, i titoli di anticorpi neutralizzanti sono ridotti di 4 volte per Omicron.

Omicron, Pfizer, variante

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080