Skip to main content

Restyling stadio Franchi: Nardella, «percorso avviato, adesso dobbiamo correre»

Il Franchi

FIRENZE – Per il restyling dello stadio Franchi «penso che abbiamo imboccato la strada giusta, ora c’è da correre». Lo ha detto a ‘Lady radio’ il sindaco di Firenze, Dario Nardella.
«Avevamo in mente di vederci con Rocco Commisso nel periodo natalizio poi come sappiamo è dovuto rimanere negli Stati Uniti,
quindi quando tornerà a Firenze affronteremo il tema dello stadio di cui avevamo parlato il giorno prima che lui partisse nel mese
scorso. Il nuovo stadio da come è stato pensato triplicherà le possibilità di incasso da parte del gestore. Il Comune di Firenze non deve fare soldi con lo stadio, io ho sempre detto che il mio obiettivo è mettere a disposizione della società un impianto degno della grandezza della nostra tifoseria e della storia di Firenze, quindi sarà una grande opportunità per la società di gestione perché a differenza dello
stadio di oggi che se non sbaglio, guardando i bilanci, produce ricavi per sette milioni di euro, renderà molto di più. Con la
società viola va trovata la formula di coinvolgimento nel progetto di restyling dello stadio ‘Franchi. Rifacendo lo stadio
con i soldi del Pnrr il club dovrebbe solo pagare il canone d’affitto dello stadio».

E ha aggiunto: «Per il rinnovo della convenzione da parte della Fiorentina per l’utilizzo dello stadio ‘Franchi’ abbiamo già aperto un tavolo,
abbiamo predisposto gli atti per una proroga della concessione. Vedremo, quando inizieranno i lavori, dovremo decidere col club viola come organizzarci, se la Fiorentina continuerà a giocare al ‘Franchi’, o dovrà farlo in un altro stadio. Sono tutte cose che vedremo, in ogni caso col club viola il rapporto è ottimo, con Joe Barone ci vediamo spesso e appena Commisso tornerà ci metteremo al tavolo e vedremo tutti questi
aspetti».

Franchi, nardella, stadio

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741