Arezzo: rave abusivo con 500 partecipanti, tensione con le Forze dell’ordine

AREZZO – Toscana rave abusivo nella notte di Capodanno: 500 i partecipanti Il party, ancora in corso, organizzati vicino un albergo abbandonato. Momenti di tensione con le forze dell’ordine che cercavano di bloccare l’afflusso
Un rave party con centinaia di persone provenienti da varie parti d’Italia è stato organizzato abusivamente nella notte di Capodanno su una collina nei pressi della città di Arezzo, nella zona dell’Alpe di Poti, nello stabilimento dismesso dell’azienda di acque minerali Fontemura. Il raduno è iniziato nel tardo pomeriggio del 31 dicembre e
nella serata dopo le segnalazioni del massiccio afflusso le forze dell’ordine si sono subito attivate.
La festa era ormai in corso e sono state sbarrate le vie di accesso con posti di blocco per evitare l’arrivo di ulteriori persone. Si parla della presenza nella notte di San Silvestro di un migliaio di partecipanti.
Questa mattina, 1 gennaio 2022, è iniziata l’opera di identificazione dei partecipanti e lo sgombero dell’area occupata. Sarebbero ancora circa 400-500 i giovani presenti. La strada di accesso all’Alpe di Poti è presidiata da polizia, carabinieri e guardia di finanza. Dalla Questura di Arezzo si fa sapere che la situazione è sotto controllo

arezzo, party, rave


Ezzelino da Montepulico


Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080