Skip to main content
Il carcere di Sollicciano a Firenze

Carcere Sollicciano: detenuto aggredisce agente penitenziario, salvato da altri detenuti

Il carcere di Sollicciano a Firenze
Il carcere di Sollicciano a Firenze

FIRENZE – Nuova aggressione a un agente penitenziario nel carcere di Sollicciano a Firenze. Un detenuto
africano, richiamato ad affrettarsi a entrare in infermiera, lo ha assalito insieme ai compagni di stanza, facendo cadere a terra e colpendo l’agente con calci e pugni. Altri detenuti, comunque, lo hanno tirato via dagli aggressori, poi lo hanno soccorso altri agenti. In ospedale gli sono state rilevate lesioni alla testa ed alla schiena e ha avuto una prognosi di 10 giorni.

L’episodio risale alla mattina del 31 dicembre e viene riportato da un comunicato del sindacato autonomo penitenziario ‘Polizia Giustizia’. «Purtroppo lo scenario attuale delle carceri italiane e’ mestamente questo – spiega in una nota il segretario nazionale della sigla, Claudio Caruso – Servono interventi legislativi che tutelino in maniera compiuta il personale di Polizia Penitenziaria. Personale allo stremo che opera in condizioni disagiate, coprendo come in questo caso piu’ posti di servizio. Chiediamo – conclude – un intervento deciso al ministro della Giustizia perche’ il fenomeno delle aggressioni in carcere sia finalmente riconosciuto e contrastato con la dovuta intransigenza». Più che al ministro la richiesta penso debba essere rivolta alla magistratura.

agente, detenuto


Ezzelino da Montepulico


Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741