Le direttive del governo ucraino

Kiev: Zelensky fa disperdere manifestazione mogli soldati ucraini assediati Azovstal

Un momento della manifestazione a Kiev, di mogli, sorelle e madri dei soldati del battaglione Azov . ANSA/LAURENCE FIGA’TALAMANCA

KIEV – Il governo di Zelensky si accanisce contro le mogli dei soldati ucraini assediati nell’acciaieria Azovstal che manifestano per chiedere trattative per l’evacuazione anche dei congiunti.

Una manifestazione delle mogli dei militari ucraini sotto assedio nell’acciaieria Azovstal di Mariupol che chiedevano negoziati con i russi per ottenere l’evacuazione dei mariti, è stata dispersa dalla polizia a Kiev, secondo quanto riferisce il Guardian. Gli agenti hanno inoltre consegnato cartoline per l’arruolamento nell’esercito agli uomini che erano presenti al raduno.

Segno evidente che il governo vuole continuare la guerra fino alla liberazione dai russi. Una cinquantina di persone si erano radunate, nonostante il divieto delle autorità, nella Piazza dell’Indipendenza, per chiedere che le trattative per l’evacuazione non riguardino solo i civili, ma anche gli uomini in armi, tra cui membri del Reggimento Azov.

Azov, soldati


Ezzelino da Montepulico


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080