Skip to main content

Bruxelles, Von der Leyen: “Ue molto più potente parata Mosca”. Macron: “adesione Ucraina richiederà molti anni”

EPA

BRUXELLES – “Dobbiamo pensare e progettare un’Europa unita come se ogni giorno fosse possibile crearla subito, rifiutando la stanchezza di chi la rimanda sempre a domani. Il possibile, se davvero è possibile, possiamo cominciare a realizzarlo oggi”. La presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, ha iniziato così il suo discorso alla cerimonia di conclusione della Conferenza sul futuro dell’Europa. E ha aggiunto: “L’immagine di questo 9 maggio è molto più potente di qualsiasi parata militare nelle strade di Mosca, è un’immagine che ci ricorda di non dare mai per scontato cosa sia l’Europa e cosa significhi. L’Europa è un sogno. Un sogno nato dalla tragedia.
“”Sarò sempre dalla parte di chi vuole riformare l’Ue per renderla più funzionante – ha detto rivolgendosi ai partecipanti alla conferenza sul futuro dell’Ue – voi ci avete detto dove volete che questa Europa vada e adesso spetta a noi definire il cammino più diretto per arrivarci, nel limite dei trattati attuali oppure, sì cambiando i trattati, se questo sarà necessario””
“Dobbiamo fare tutto il possibile perché l’Ucraina resista e la Russia non vinca, dobbiamo preservare la pace in Europa ed evitare escalation”, ha detto il presidente francese Emmanuel Macron all’Europarlamento aggiungendo che l’Ue continuerà a sanzionare Mosca e a lottare contro “l’impunità dei crimini inqualificabili commessi dalla Russia in Ucraina, ma non siamo in guerra contro la Russia”.
“Lavoriamo per preservare l’integrità e la sovranità dell’Ucraina e il ritorno della pace nel nostro continente ma sta solo all’Ucraina definire le condizioni dei negoziati con la Russia. Il nostro dovere è essere al suo fianco per ottenere il cessate il fuoco e costruire la pace e poi saremo lì per ricostruire l’Ucraina all’europea”, ha concluso. “L’Ucraina con il cuore è già membro della nostra Unione ma anche se domani le concediamo lo status di candidato, ed è ciò che auspico, sappiamo tutti che l’iter per l’adesione richiede diversi anni, anzi decenni, e bisogna dirlo con sincerità. Non possiamo rinunciare ai principi che sono le fondamenta di questa Europa”. Lo ha detto il presidente francese Emmanuel Macron alla cerimonia di chiusura della Conferenza sul futuro dell’Europa


Ezzelino da Montepulico


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741