Azovstal sempre assediata

Mariupol: Zelensky, in corso negoziati per liberare difensori Azovstal

KIEV – “Negoziati molto complessi” sono in corso per la liberazione dei militari feriti dall’acciaieria Azovstal a Mariupol. A dirlo è il presidente ucraino Volodymyr Zelensky durante il consueto discorso a tarda notte. “Negoziati molto complessi sono in corso sulla prossima fase dell’evacuazione, quella dei feriti e i medici”, ha detto Zelensky, citato dalla Bbc.

Il presidente ha sottolineato che le forze russe bombardano costantemente le acciaierie nel porto meridionale di Mariupol, l’ultimo bastione di centinaia di difensori ucraini in una città quasi completamente controllata dalla Russia dopo più di due mesi di assedio. L’Ucraina, affermando che non esiste una soluzione militare allo stallo, ha proposto di evacuare 38 dei difensori più gravemente feriti. Se Mosca permette loro di uscire, Kiev dice che rilascerà un certo numero di prigionieri di guerra russi.
“Al momento sono in corso trattative molto complesse sulla prossima fase della missione di evacuazione: l’allontanamento dei medici gravemente feriti. Stiamo parlando di un gran numero di persone”, ha detto Zelenskiy nel suo discorso. “Certo, stiamo facendo di tutto per evacuare tutti gli altri, tutti i nostri difensori. Abbiamo già coinvolto tutti nel mondo che potrebbero essere gli intermediari più influenti”, ha aggiunto, senza fornire dettagli.

Azovstal, difensori, liberazione, Zelensky


Ezzelino da Montepulico


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080