Le parole del sindaco

Stadio Franchi: presentato il progetto di fattibilità per la ristrutturazione, lo annuncia Nardella

FIRENZE – Con una settimana di anticipo rispetto a quanto fissato dal bando lo studio Arup, vincitore del concorso, e il Comune di Firenze hanno presentato il progetto tecnico-economico di fattibilità per la riqualificazione dello stadio Artemio Franchi di Firenze. Il progetto definitivo, dal costo di 150 milioni di euro, sara’ ufficializzato all’inizio del 2023, con la fine dei lavori fissata entro il 2026.

Il nuovo Franchi, con capienza fissata a 40.000 tifosi, avrà 7.000 metri quadrati di spazi commerciali, 2.700
mq di servizi igienici, 1.000 mq per i media, 700 mq per gli atleti, e 2 hub dedicati a cultura e eventi/ spettacoli per un totale di 3.300 mq. Completano il quadro 15.000 mq di parcheggi per 500 posti auto.

“L’opera e’ tra le prime 3-4 priorità della città – spiega il sindaco di Firenze, Dario Nardella, durante
la conferenza stampa a Palazzo Vecchio – e non riguarda solo i tifosi: questo progetto riguarda il secondo quartiere più popoloso, l’economia e lo sviluppo economico di un’intera città e anche una proposta valida dal punto di vista del decongestionamento turistico del centro storico”.

Nei prossimi giorni sarà pubblicato anche il progetto per la parte esterna, relativa al quartiere di Campo di Marte, realizzato dall’architetto Mario Cucinella.
La riqualificazione dello stadio prevede quattro step: il restauro dell’opera progettata dall’ingegnere Pierluigi Nervi, la creazione degli spazi funzionali per i tifosi e la comunità, il restyling delle nuove curve Fiesole e Ferrovia, infine la costruzione della copertura fotovoltaica. La prima fase prevede la conservazione degli elementi funzionali, la seconda l’inserimento dei nuovi elementi, la terza, tra le più impattanti, la ricostruzione delle curve per ridurre la distanza dal campo. L’ultima consiste nella costruzione della copertura orizzontale che proteggerà gli spettatori dalla pioggia.

Per quanto riguarda invece le interlocuzioni con la Fiorentina il sindaco garantisce: “Ci incontriamo spesso con il direttore generale Barone, siamo già d’accordo e quando arriverà il presidente Commisso lo
accoglieremo a braccia aperte. Insieme parleremo di tutti i dettagli che riguardano la società”.

Al centro la decisione su come gestire il cantiere durante il campionato di serie A. “Sarà la societa’ a
dover esprimere prima di tutto la propria esigenza – commenta Nardella – ci sono due opzioni: continuare a giocare col cantiere in corso e questo richiede più tempo per l’esecuzione dei lavori, oppure l’opzione di giocare fuori dal Franchi. Questa decisione la prenderà la Fiorentina, noi la supporteremo in tutti i passaggi affinché non ci siano problemi dal punto di vista logistico e sportivo”.

aggiornamenti, progetto, Stadio Franchi


Ezzelino da Montepulico


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080