Polemiche al termine della gara

Basket: finale scudetto, si va a gara 6, vince la Virtus Bologna (84-78), polemiche per l’arbitraggio

Nicolo Melli AX Armani Exchange Milan i EPA/Anatoly Maltsev

BOLOGNA – Emozionante finale di gara 5 per lo scudetto di Basket. A Bologna la Virtus ha conquistato la possibilità di recuperare lo svantaggio con Milano in gara 6 che si giocherà al Forum di Assago. Sfuma il primo match point per la squadra di Messina, battuta 84-78 alla Segafredo Arena ma ancora avanti 3-2 nella serie della finale scudetto. Virtus avanti al termine del 1° quarto (+13) e del 2° (+5) grazie a uno strepitoso Jaiteh (17 punti), Hall e Melli tengono a galla Milano. Brividi nell’ultimo 4° con lo scatenato Rodriguez, decidono l’esperienza di Belinelli e Teodosic così come l’mvp Shengelia. Sabato sera l’Olimpia può chiudere i giochi in gara-6 al Forum.

Coda polemica di Gara-5 della finale scudetto di basket fra Virtus Bologna e AX Milano. Il proprietario della Virtus, Massimo Zanetti, ha attaccato gli arbitri, pronta la risposta di Ettore Messina, coach di Milano. Zanetti ha dichiarato: “Abbiamo vinto nonostante l’arbitraggio. E’ ora di smettere di subire questa sudditanza psicologica nei confronti di Milano e di Messina”.
La replica di Messina non si è fatta attendere: “Un fallo tecnico a 2′ dalla fine della partita è stato decisivo. Ci sono stati due metri diversi, visto che un giocatore della Virtus ha protestato veimentemente, a differenza di Melli”. Messina si riferisce a Teodosic, andato a muso duro contro contro l’arbitro dopo avere ricevuto un primo fallo tecnico: con il secondo sarebbe stato espulso.

Armani, basket, scudetto, virtus


Paulo Soares

redazione@firenzepost.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080