Il sorteggioi alle 12 del 24 giugno

Serie A: nasce il calendario per la stagione 2022-23

MILANO – Gironi asimmetrici, quattro giornate da disputare con il mercato estivo ancora aperto e stop a metà stagione per i Mondiali in Qatar, sarà un calendario decisamente particolare quello che la Serie A si appresta a svelare per la stagione 2022/23. Domani, 24 giugno 2022, infatti verrà alzato il sipario sul calendario del prossimo campionato, in diretta dalle 12 su Dazn e sul canale YouTube della Lega Serie A con il presidente Lorenzo Casini e l’amministratore delegato Luigi De Siervo.

E sarà un calendario diverso dal solito, proprio perché la prima Coppa del Mondo che non sarà disputata in estate (in Qatar si giocherà dal 18 novembre al 21 dicembre) ha costretto la Lega a rivedere le date. Si partirà infatti nel weekend del 13-14 agosto, con ben quattro giornate che si disputeranno entro la fine del mese. Saranno quattro i turni infrasettimanali e ci saranno invece due pause per le nazionali (a fine settembre e a fine marzo) ma la novità principale riguarda appunto lo stop per i Mondiali: la Serie A giocherà l’ultima giornata il 13 novembre, con la pausa che quindi inizierà il 14 novembre con il campionato che ripartirà poi ufficialmente il 4 gennaio 2023.

Confermato, inoltre, inoltre il calendario asimmetrico, con le partite del girone di ritorno in ordine diverso, sia come sequenza, sia come composizione all’interno di una giornata, rispetto all’andata. Oggi intanto la Lega ha reso noti i vincoli e i criteri che saranno rispettati nella compilazione delle partite. Tra i criteri, è prevista alternanza assoluta degli incontri in casa ed in trasferta per Empoli-Fiorentina, Inter-Milan, Juventus-Torino, Lazio-Roma e Napoli-Salernitana. Inoltre, una partita non avrà il proprio ritorno prima che siano stati disputati altri 8 incontri. La Lega ha previsto che non potranno essere programmati scontri tra Milan, Inter, Napoli, Juventus, Lazio, Roma e Fiorentina nei turni infrasettimanali, così come non sono previsti derby nei turni infrasettimanali e alla prima giornata.

Infine, le società partecipanti alla Champions League (Milan, Inter, Napoli, Juventus) non incontrano le società partecipanti alla Europa League (Lazio e Roma) e le società partecipanti alla Conference League (Fiorentina) nelle giornate di campionato comprese tra due turni consecutivi di Coppe Europee. In tutti i casi in cui ciò è stato possibile, la Lega ha tenuto conto delle situazioni di indisponibilità del campo e/o di concomitanza con altri eventi cittadini di speciale rilevanza.

mondiali, nuovo calendario, serie a


Paulo Soares

redazione@firenzepost.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080