Un esempio utile per Nardella

Venezia: daspo e multe contro il degrado. Esempio utile per Firenze

ANSA / Andrea Merola

VENEZIA – Sanzioni per 24 utilizzatori di droni, per 67 persone che hanno raggiunto la piazza con mezzi quali biciclette o monopattini, e Daspo per circa 60 tra persone che avvicinavano i turisti per raccolte firme, elemosine o donazioni per cause fittizie.

E’ il bilancio dall’inizio dell’anno della ‘battaglia’ per il decoro svolta a Venezia, soprattutto nell’area attorno al Ponte di Rialto e in Piazza an Marco, dalla Polizia municipale.

Il presidio dei vigili urbani è attivo ogni giorno dalle 8 a mezzanotte con 12 operatori presenti. Solo ieri il bilancio è stato di cinque sanzioni amministrative e una diffida, per un totale di circa 2.500 euro di multe. La situazione, viene rilevato, sta lentamente migliorando. A fronte delle oltre 20 infrazioni rilevate nelle scorse settimane, spiegano dal Comando della Polizia municipale, si è assistito ad un alleggerimento della situazione per effetto dei controlli predisposti. “Vista l’efficacia delle procedure di controllo rafforzate messe in atto – si sottolinea dal Comando – tali modalità di verifica verranno applicate anche in altre aree della città antica particolarmente esposte e vulnerabili”.

E se lo si facesse più spesso anche a Firenze?

controlli, degrado, multe

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080