E in autunno via al cantiere per i mosaici della cupola

Firenze: tornano visibili, dopo il restauro, le pareti interne del Battistero

Avanzamento dei lavori interni di restauro e pulitura del Battistero foto Opera di Santa Maria del Fiore

FIRENZE – Liberato dagli ultimi ponteggi, che hanno permesso il restauro delle otto facciate interne, torna visibile nella sua bellezza l’interno del il Battistero di Firenze.

Risplendono con la ritrovata cromia i magnifici mosaici parietali e quelli che rivestono la volta e l’arco trionfale dell’abside, quest’ultimi fra i più rappresentativi nel grandioso ciclo musivo del “bel San Giovanni”, come lo chiamò Dante.

Diretto e finanziato dall’Opera di Santa Maria del Fiore con 2 milioni e 600 mila di euro e con un contributo della Fondazione non profit Friends of Florence per l’intervento sulla scarsella, il restauro delle pareti interne del Battistero di Firenze è stato condotto sotto l’alta sorveglianza della Soprintendenza ABAP per la città metropolitana di Firenze e le province di Pistoia e Prato, e la collaborazione per le indagini diagnostiche con Università italiane e laboratori specialistici.

In autunno inizierà il montaggio di uno speciale cantiere che permetterà di eseguire l’imponente restauro dei circa 1.200 metri quadrati di mosaici della cupola del Battistero, che durerà alcuni anni, e allo stesso tempo permetterà di portare i visitatori a vedere da vicino uno spettacolo unico al mondo.

INFO https://duomo.firenze.it/it/home Facebook: Opera di Santa Maria del Fiore

battistero, Firenze, Opera di Santa Maria del Fiore, restauro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080