Pesa la guerra inatto

Bce: aumenteranno ancora i tassi, lo prevede nel bollettino economico

La-sede-della-Bce

FRANCOFORTE – La Bce ha confermato la sua strategia nel bollettino economico: i tassi saranno ancora in rialzo nella prossima riunione, mentre le prospettive economiche si offuscano, soprattutto nel breve termine.

La normalizzazione della politica monetaria, quindi, continuerà nel vertice di settembre, lasciando prefigurare altri aumenti del costo di finanziamento in Eurozona, dopo la sorpresa dei 50 punti base in più a luglio.

Forte dell’approccio graduale e riunione per riunione, in attenta osservazione dei dati, la Bce proseguirà nella sua strategia contro l’inflazione, pur non avendo anticipato l’entità dell’aumento.

Il bollettino economico della Banca centrale europea ha messo anche in guardia su rallentamento della crescita e prezzi ancora alti, con la guerra in Ucraina a rendere cupe tutte le stime.

“Nelle prossime riunioni del Consiglio direttivo sarà opportuna un’ulteriore normalizzazione dei tassi di interesse. L’anticipo dell’uscita dai tassi di interesse negativi alla riunione di luglio consente al Consiglio direttivo di effettuare una transizione verso un approccio riunione per riunione alle decisioni sui tassi di interesse…Nel contesto della sua normalizzazione delle politiche, il Consiglio direttivo valuterà le opzioni per remunerare le disponibilità di liquidità in eccesso.”

Il TPI, è stato specificato, sarà uno strumento aggiuntivo “contro dinamiche di mercato ingiustificate e disordinate”, fermo restando che “la flessibilità nei reinvestimenti dei riscatti in scadenza nel portafoglio del programma di acquisto di emergenza pandemica (PEPP) rimane la prima linea di difesa”, si legge nel bollettino.

aumento, Bce, tassi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080