La Polizia indaga

Spagna, movida: sconosciuti in azione, punture a giovani donne provocano vertigini e vomito

. EPA/MARTA PEREZ

BARCELLONA – Giovani donne in allarme in Spagna per le misteriose punture d’ago con cui vengono ferite nei locali della movida notturna, all’improvviso e senza neanche avere il tempo di vedere il responsabile che si dilegua tra la folla. Le ragazze hanno spesso riportato sintomi simili: vertigini e vomito.

Ma le analisi fatte negli ospedali finora non hanno rilevato droghe e i test risultano negativi a qualsiasi tossina.

In Catalogna – racconta il Pais – sono già arrivate 23 denunce ma il fenomeno si è diffuso in tutta la Spagna, con una dozzina di esposti nei Paesi Baschi, seguiti dall’Andalusia, Castilla-La Mancha, Asturie, Cantabria e Isole Baleari.
La Polizia ha detto di non conoscere le intenzioni dei responsabili.

Una ventenne di Cadice ha raccontato di essere andata ad una festa sabato scorso chiedendo ad un’amica di accompagnarla. Mentre cercavano un bagno muovendosi nell’ambiente molto affollato, l’amica ha iniziato a urlare dicendo di essere stata punta: “Ha visto il ragazzo che l’ha fatto, era vestito di nero e aveva una siringa in mano”. Poi è arrivata la polizia, il locale è stato chiuso e un’altra giovane si è presentata dicendo di essere stata punta.

Il presidente della Generalitat Pere Aragonès ha espresso preoccupazione per l’aumento dei casi e ha invitato i cittadini a “vigilare e denunciare” di fronte ad attacchi che stanno provocando “angoscia e insicurezza”. “Questa non è una questione di donne quando fanno festa, questo sfida tutte”, ha insistito il presidente catalano.

Il giallo delle punture era già emerso mesi fa nei club in Belgio, Francia, Regno Unito e Irlanda. Il parlamento britannico ha perfino realizzato un rapporto in cui ha analizzato l’ondata di denunce presentata da donne nell’autunno dello scorso anno, con 1.382 casi tra settembre 2021 e gennaio 2022, tra vita notturna e feste. In Francia, fino al 16 giugno sono state presentate più di 800 esposti.

In Catalogna i Mossos d’Esquadra indagano caso per caso, non escludono che si tratti di turisti provenienti dalla Francia, dove le punture hanno destato paura negli ultimi mesi. La maggior parte delle giovani sono state punte nella stessa città, a Lloret de Mar, a Girona: “Forse lo fanno per divertimento”, hanno commentato fonti della polizia di fronte a un fenomeno che angustia le donne e anche i ricercatori, con la paura che la situazione peggiori.

Catalogna, giovani donne, movida, punture


Paolo Padoin

Già Prefetto di Firenze Mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080