Primo esame collettivo

Forum Ambrosetti, elezioni: confronto e dichiarazioni dei leader politici, cosa propongono

ANSA/MATTEO BAZZI

CERNOBBIO – E’ iniziato al Forum Ambrosetti il confronto fra i principali leader dei partiti italiani. Tutti in presenza a Cernobbio, con la sola eccezione di Conte, in collegamento da Napoli. Gli interventi sono in rigoroso ordine alfabetico, con dieci minuti a testa e poi le domande.

CALENDA: 

“Non ho problemi a candidarmi alla guida del Paese, ma Draghi è più bravo. Non è una competizione, dobbiamo cercare di tenercelo”. Così il leader di Azione Carlo Calenda. Far tornare Draghi “può succedere se prendiamo molti voti – ha concluso – se fossi in lui starei già su una navetta per Marte. Ma che sia lui o meno non si può perdere il modo in cui si è lavorato”.   

CONTE: 

“Dobbiamo semplificare, l’abolizione dell’Irap deve essere a favore di tutti. E investire sul taglio del cuneo fiscale non solo per i lavoratori ma anche per le imprese”. Così il leader del M5s Giuseppe Conte. “Non sono affatto sereno sui numeri dei livelli occupazionali – ha aggiunto – abbiamo 3 milioni e 160mila contratti a termine, il 9% di un solo giorno e la maggior parte non supera i trenta giorni”. Come M5s “siamo per lo statuto degli imprenditori che dia certezza di tempi e giustizia a chi investe”.

LETTA:

“Dobbiamo evitare la recessione a tutti i costi – ha detto il segretario del Pd Enrico Letta- attraverso il tema energetico, le tasse sul lavoro e il Pnrr”. “Confermiamo qui le nostre alleanze nazionali – ha aggiunto – siamo quelli per l’Europa, non dobbiamo discutere con l’Europa perché noi siamo l’Europa”. “Siamo lineari e affidabili – ha aggiunto – sempre per il progresso del nostro Paese”.    

MELONI:

“Non può essere un’eresia dire che il Pnrr non può essere perfezionato: è previsto nella norma”: Giorgia Meloni, presidente di Fdi, lo ha sottolineato nel suo discorso al Forum Ambrosetti dove ha parlato in modo particolare di politica internazionale e di economia. Sull’energia lo scorporo fra gas ed energie da fonti rinnovabili “si può fare a livello nazionale” ha aggiunto calcolando che dovrebbe avere un costo di 3 o 4 miliardi. “Io non sarei per lo scostamento di bilancio – ha aggiunto – penso abbiamo altre risorse”.

SALVINI:

Il leader della Lega, Matteo Salvini, propone di spostare a Milano il ministero dell’Innovazione. “Propongo che il ministero per l’intelligenza artificiale, dell’innovazione e della digitalizzazione sia a Milano, dove ci sono i brevetti”, ha detto al Forum Ambrosetti di Cernobbio. “Il bello dell’autonomia – ha aggiunto – è valorizzare i territori”.

TAJANI:

“Basta con la dipendenza energetica solo da uno. Dobbiamo puntare sull’energia nucleare di ultima generazione”. Così il coordinatore di Forza Italia, Antonio Tajani, nel corso del Forum Ambrosetti a Cernobbio. “Basta con il partito del No – ha aggiunto – che blocca sempre tutto. Pensiamo ad esempio alla Gronda di Genova, bloccata dal partito del No. E forse anche il Ponte Morandi non sarebbe crollato se non ci fossero stati quei No. E quindi dobbiamo raddoppiare l’estrazione di gas del nostro Paese”.

Ambrosetti, confronto, forum, politici


Paolo Padoin

Già Prefetto di Firenze Mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080