Palermo: contestazioni a comizio Meloni. Tensione fra antagonisti e polizia. Contuso un agente. Un fermo

Scontri con la polizia durante il comizio di Giorgia Meloni Palermo 20 settembtre 2022. ANSA / IGOR PETYX

PALERMO – Dopo la circolare del ministero dell’interno, a Palermo le Forze di polizia sono intervenute per bloccare le ormai abituali contestazioni degli antagonisti ai comizi di Giorgia Meloni. Si è creata tensione fra manifestanti e Forze dell’ordine e un agente di polizia è rimasto contuso. Questa la ricostruzione della Digos:

“Un agente della Digos di Palermo e’ stato colpito da un manifestante che gli ha sferrato un pugno al volto”. Lo afferma la Questura del capoluogo siciliano in una nota in cui sottolinea che nel corso di “diversi episodi di contenimento” di un gruppo di manifestanti che intendevano contestare il comizio di
Giorgia Meloni “non si sono registrati ne’ momenti di contatto con le Forze dell’ordine ne’ cariche da parte della polizia”. Un manifestante e’ stato fermato, precisa la Questura, “dopo avere lanciato una bottiglia nei confronti delle forze dell’ordine e la sua posizione in questi momenti e’ al vaglio degli investigatori”.

Un gruppo di circa cinquanta aderenti “a gruppi antagonisti – afferma la nota – ha cercato di raggiungere Piazza Politeama con l’intento di creare turbative all’iniziativa elettorale. L’articolato dispositivo di ordine e sicurezza pubblica disposto dalla Questura nel perimetro esterno della piazza e che ha visto un significativo impiego delle Forze dell’ordine ha consentito di intercettare a debita distanza dal luogo del comizio il citato gruppo di contestatori, non consentendo loro di raggiungere la piazza”. “I cordoni delle forze dell’ordine – prosegue la nota – hanno evitato, attraverso i citati dispositivi di sbarramento, che da tale manifestazione potessero derivare potenziali disordini”. “Sono state realizzate continue riprese da parte degli operatori della Polizia Scientifica – continua la nota – attraverso il cui esame sono in
corso le operazioni di identificazione utili al successivo deferimento dei responsabili di episodi violenti all’Autorita’ Giudiziaria”.

Fuori luogo il commento di Letta: “Giorgia Meloni usa il vittimismo quando denuncia le contestazioni ai suoi comizi”. Enrico Letta lo ha detto parlando a ‘di martedì’, ricordando che anche a lui è capitato diverse volte di essere interrotto da contestatori durante i comizi. “Ognuno ha i suoi, è successo anche a me,
abbiamo parlato… Il punto è che la destra usa sempre la logica del vittimismo”.

comizi, incidenti, Meloni, Palermio


Paolo Padoin

Già Prefetto di Firenze Mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080