La tecnologia supera le divisioni

Spazio: un americano e due russi sulla navetta Soyuz verso la stazione Iss

ROMA – Un esempio per i bellicosi Putin, Zelensky, Biden e von der Leyen, oltre che per la Nato viene dallo spazio. Dove americani e russi, invece di fronteggiarsi con armi micidiali (quelle usate da Putin e quelle copiosamente inviate dagli Usa all’Ucraina), collaborano e lavorano insieme.

La guerra tra Russia e Occidente risparmia lo spazio. Almeno per ora. Nelle prossime ore (il decollo
e’ previsto alle 15.54) un astronauta americano e due cosmonauti russi prenderanno il volo per la Stazione spaziale internazionale, in un viaggio che segna una rara collaborazione in mezzo alle tensioni alimentate dall’invasione dell’Ucraina.
Frank Rubio della Nasa, Sergei Prokopiev e Dmitri Peteline dell’agenzia spaziale russa Roscosmos partiranno a bordo di una navicella Soyuz dal cosmodromo russo di Baikonur in Kazakistan.
Rubio e’ il primo astronauta americano a viaggiare verso l’Iss a bordo di un mezzo russo dall’inizio dell’offensiva del 24 febbraio. La collaborazione non finisce qui. Anna Kikina, l’unica cosmonauta
russa in servizio attivo, si rechera’ per la prima volta al laboratorio orbitale all’inizio di ottobre a bordo di una navicella Crew Dragon della SpaceX americana. Sara’ la quinta cosmonauta professionista russa ad andare nello spazio e la prima donna a volare a bordo di un veicolo spaziale dell’azienda del miliardario Elon Musk.

americani, cosmonauti, russi, spazio


Paolo Padoin

Già Prefetto di Firenze Mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080